Live 24! Padova-Ascoli -3, taglio in testa per De Vitis con la BItalia: quattro punti di sutura. Ufficiale: Bonazzoli biancoscudato da gennaio!

Di
Ultima modifica: 28 novembre, 2012
bonazzoli28nov

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA

Ore 22.30 - Pare finalmente terminato il lunghissimo calvario di Marcos De Paula, ex attaccante del Padova ora in forza alla Pro Vercelli. Il brasiliano giocherà con la Primavera nel prossimo weekend per poi mettersi a disposizione di Camolese:  “L’anno scorso purtroppo è stato un calvario – racconta l’attaccante, come si legge sul sito ufficiale www.fcprovercelli.it -. Mi sono infortunato a novembre e sono stato operato al ginocchio destro il 1° dicembre. Per fortuna il lunghissimo periodo di terapia è stato messo alle spalle. Ora ho ripreso a lavorare sul campo e non vedo l’ora di tornare a completa disposizione. L’allenatore e la società non mi stanno assolutamente mettendo fretta: quando sarò pronto al 100 per cento mi rimetterò a completa disposizione dell’allenatore. In questi mesi ho seguito diverse volte la squadra: non solo per il risultato la miglior prestazione è stata in casa contro lo Spezia. Non sono la classica prima punta statica: mi definirei un attaccante duttile, in grado di adattarsi a diversi moduli di gioco. Negli anni scorsi il mio idolo era Ronaldo. Il mio ambientamento a Vercelli procede bene: ogni giorno ci sono continui e approfonditi consulti con lo staff medico, la società e naturalmente il tecnico. Anche se in questo momento la classifica non è delle migliori, sono certo che sapremo risalire e andare a toglierci delle belle soddisfazioni. Fatta eccezione per un paio di squadre di primissima fascia, questo è un torneo dove potremo giocarcela con tutti: alla fine è sempre il campo a dare il responso”. 

Ore 20.45 – Si sono disputati nel pomeriggio tre sfide di Coppa Italia con protagoniste squadre di serie B. Escono Cesena e Livorno, sconfitte rispettivamente da Atalanta (3-1) e Bologna (1-0, rete del padovano Pasquato), mentre la Reggina centra il colpaccio sconfiggendo in quel di Verona il Chievo per 1-0 grazie al gol siglato da Lucioni.

Ore 20.25 – (Milan News) Cesare Maestroni, allenatore del Padova Primavera, ha commentato così la sconfitta dei suoi ragazzi oggi all’Appiani contro il Milan: “Mi fa piacere che il pubblico si sia divertito in tribuna, sicuramente abbiamo subito il maggior tasso tecnico dei nostri avversari e dunque il risultato è giusto così. I nostri, oltretutto, sono anche molto più giovani. Primo gol del Milan in fuorigioco? Non mi piace fare polemiche, non è nel mio stile, però se devo dire la mia, la posizione del loro giocatore era irregolare”.

Ore 19.55 – Il presidente della Juve Stabia Franco Manniello parla di Jerry Mbakogu: “Io sono di parte, perché per lui stravedo. Però è davvero una forza della natura, un’esplosività eccezionale. In determinati moduli ha grosse potenzialità. Ora è in comproprietà col Padova e onestamente lo vedo in A. Sarebbe un’altra soddisfazione dopo aver dato D’Ambrosio al Toro, Cazzola all’Atalanta e Sau al Cagliari. Non possono non investire su un ragazzo di 20 anni dalla forza fisica esplosiva. E poi è un ragazzo d’oro e la testa, una volta arrivati a certi livelli, è tutto”.

Ore 19.45 – Maifredi parla anche della possibilità che Juve e Inter stiano seguendo Zaza: “Qualcosa ci potrà essere come su altri giovani ma è prematuro, più che altro credo siano più elogi che altro, niente di realmente concreto. Il ragazzo sta bene ad Ascoli, c’è feeling con i compagni. Certo, sia Juve che Inter hanno dimostrato di essere attente sui giovani emergenti, come con Gabbiadini da una parte e Longo dall’altra. Per Simone sarebbe un sogno, però a mio avviso sarebbe ottimale che giocasse in una squadra di medio-bassa classifica in modo tale di avere continuità d’impiego, perché a meno che tu non sia un fenomeno come El Shaarawy nelle grandi squadre un giovane fatica a trovare spazio”.

Ore 19.35 – Christian Maifredi, agente di Simone Zaza, parla a Tmw: “Un giocatore che sta ritornando nella condizione ottimale. Ha fatto 6 mesi a Viareggio molto bene, successivi ad altri 6 mesi non all’altezza a Castellammare di Stabia e da un periodo alla Samp in cui era infortunato. Ora sta facendo grandi progressi e l’augurio è che continui così, segnando tanti gol e che avvia possibilità di mercato nella categoria superiore. Certo, è di proprietà della Sampdoria che lo potrà integrare in rosa per la prossima stagione”.

Ore 19.10 – (Coni.it) La prima udienza della controversia tra il Sig. Edoardo Catinali e la Federazione Italiana Giuoco Calcio si è svolta oggi presso la sede del Tribunale Nazionale di Arbitrale dello Sport. Preliminarmente il Collegio arbitrale (Avv. Guido Cecinelli, Presidente; Avv. Aurelio Vessichelli e Avv. Enrico De Giovanni) ha esperito il previsto tentativo di conciliazione: sentite le parti e preso atto delle loro differenti posizioni, lo ha dichiarato concluso, allo stato, con esito negativo. Dopo aver sentito le parti discutere in merito alle istanze istruttorie presentate dalla parte ricorrente, il Collegio arbitrale, dopo la camera di consiglio, ha rigettato l’istanza istruttoria di audizione del Sig. Carlo Gervasoni in quanto irrilevante ed inammissibile mentre, per l’istanza di confronto del ricorrente con il teste, in quanto inammissibile. Dopo aver fissato, su richiesta delle stesse, termini alle parti per il deposito di memoria e di replica, il Collegio arbitrale ha fissato l’udienza di discussione il 4 febbraio 2013, alle ore 15.00.

Ore 18.55 – Schiavon chiude l’intervista indicando la favorita numero uno per la promozione in serie A: “Senza dubbio il Verona. Ha un buon gioco, sfrutta bene gli spazi e sa allargare bene la manovra. Mi ha fatto più paura il Verona nel primo tempo che il Sassuolo in tutta la partita. Se devo dare un nome dico Verona.

Ore 18.50 – Schiavon parla apertamente di playoff come obiettivo stagionale da raggiungere: “Assolutamente sì, anche perché i play off sono un traguardo molto prestigioso. Sappiamo che il campionato è lungo e che i giochi si fanno a metà del girone di ritorno, ma sappiamo anche che dobbiamo continuare a lavorare su questa linea, lottando contro tutti al meglio che possiamo”.

Ore 18.45 – Eros Schiavon, centrocampista del Cittadella, parla a SerieBNews e del suo gol al Verona: “Un gol contro una squadra forte fra le favorite del campionato che ci rende molto soddisfatti di quello che stiamo facendo. Ma non dobbiamo sederci sugli allori perché sabato andremo su un campo difficile come quello della Juve Stabia e sappiamo che dobbiamo lottare anche lì e che non sarà facile. Questo è il secondo anno che lavoriamo insieme e di conseguenza ci conosciamo meglio. Più o meno 3/4 della squadra è composta da giocatori presenti qui anche l’anno scorso. Secondo me abbiamo tutte le carte in regola per lottare contro tutti e giocare fino in fondo le nostre carte”.

Ore 18.35 – (Ascoli Calcio) Questo pomeriggio al C.S. Città di Ascoli, sotto una pioggia battente, i bianconeri hanno svolto una partita a ranghi contrapposti in cui Mister Silva ha mischiato le carte in vista dell’impegno esterno di sabato col Padova. Nel primo tempo è andato in gol Feczesin per la squadra dei neri, nella ripresa ha pareggiato Graham per i gialli e Famà ha segnato la rete del vantaggio giallo. Feczesin e Soncin hanno siglato le reti del 2-2 e del 3-2 finale per i neri. Da segnalare nel primo tempo il palo colto da Reali con un gran tiro dalla tre quarti di campo.
Si sono allenati a parte Colomba, Conocchioli e Peccarisi, con quest’ultimo che ha disputato anche un tempo della partita e domani tornerà a svolgere l’intera seduta col gruppo. Se è certa l’indiponibilità di Colomba per Padova, è ancora in forse il recupero di Conocchioli.  Domani alle 15:00 allenamento al C.S. Città di Ascoli.

Ore 18.10 – (Calcio Padova) Il Calcio Padova informa che domani il Padovastore di via 8 febbraio rimarrà chiuso a causa della possibile adesione del personale della filiale Superflash all’assemblea dei lavoratori indetta dalle Organizzazioni Sindacali. Il negozio del materiale ufficiale del Calcio Padova riaprirà regolarmente venerdì 30 novembre alle 13.30.

Ore 18.05 – Confermato l’allenamento di domani mattina alle 11 a Montegalda a causa delle forti piogge che continuano a investire il Veneto

Ore 17.45 - Report medico Padova Goal: lavoro differenziato oggi per Marco Piccioni e Niccolò Galli. Si complica la situazione del difensore biancoscudato, che lamenta ancora dolore all’osso sacro e che fatica a effettuare cambi di direzione. Difficilissimo anche il recupero di Galli, che pure sta tentando di forzare per essere quantomeno in panchina.

Ore 17.25 - Ecco le dichiarazioni del presidente del Verona Maurizio Setti, intervistato da Radio Sportiva: “Il tentativo è sempre quello di fare il nostro calcio, abbiamo un mister a cui piace fare un gioco importante nonostante le defezioni. Bravi i ragazzi, finalmente si sono visti dei giovani in campo che hanno dimostrato di essere validi e all’altezza, proseguiamo nella direzione di rafforzamento mentale di un gruppo che è forte. La prova di Palermo è la dimostrazione che il gruppo c’è, soprattutto per chi ha giocato poco. Hanno messo l’anima e il cuore, mettendo in difficoltà giocatori più quotati dei nostri. La Coppa Italia? A Milano andiamo a giocare con serenità, è Davide contro Golia. Ma per noi è un bel riconoscimento, ieri c’erano 400 tifosi, il pubblico è spettacolare in questo senso. Anche a Milano ce ne saranno tanti, da 10 anni Verona soffre e tornare nello stadio forse più importante d’Italia rappresenti un piccolo assaggio, una piccola festa, per una città che mastica amaro da troppo tempo. Noi ci proviamo, andremo a Milano a fare la nostra partita, ma teniamo presente che l’obiettivo è il campionato. La Serie B è altamente pericolosa se non hai la carica giusta, la tensione nervosa giusta e l’agonismo giusto. Dovremo curare però il nostro difetto mentale, quando andiamo in vantaggio e poi pareggiano fatichiamo a riprendere il nostro ritmo: questo aspetto lo miglioreremo senz’altro. La polemica Palermo-Africa? Non vi dico la parola che mi viene per definire chi ha pronunciato questa frase, ritengo cretino chi esprime giudizi di questo tipo, a maggior ragione chi rappresenta un gruppo politico”.

Ore 17.15 – (Ascoli Calcio) E’ terminata 0-0 la partita B ITALIA-FNL RUSSIA, disputata oggi alle 12:30 all’Ezio Scida di Crotone. 90’ in campo per Zaza, 54’ per Fossati: entrambi i bianconeri hanno fornito una buona prova con Zaza che più volte ha messo in difficoltà l’estremo difensore Kobozev.  Fossati e Zaza rientraranno ad Ascoli in tarda serata e torneranno a disposizione di Mister Silva per l’allenamento che la squadra svolgerà domani alle ore 15 al C.S. Città di Ascoli e non più allo stadio a causa delle abbondanti precipitazioni

Ore 16.55 - Stefano Marchetti al telefono con Padova Goal: “Con Salvatori e Baraldi non abbiamo parlato assolutamente di Bellazzini. Non so da dove sia uscita questa voce, è un’invenzione vera e propria, anche perché penso che il Padova non abbia mai nemmeno pensato a una cosa simile. Non abbiamo parlato di giocatori, né di affari da compiere a gennaio. Ho ritrovato Fabrizio scherzando con lui sui nostri trascorsi nel meraviglioso Appiani. Niente altro. Il recupero col Verona? Le cose si sono complicate, la qualificazione dell’Hellas col Palermo toglie anche la data del 18 dicembre. Rimane il 12, ma bisogna capire se noi passeremo il turno o meno di Coppa Italia”.

Ore 16.35 – Questa la mail di Federico: Carissimo Dimitri, apprendo ora dal sito del Corriere che il primo giugno è stato fissato il concerto di Springsteen all’Euganeo. Vorrei far notare che quel giorno, stando al calendario dei playoff finora sempre utilizzato, è in programma la finale di ritorno dei playoff. Partita che il Padova potrebbe disputare in casa se arrivasse terzo o quarto, vale a dire proprio la posizione di classifica che occupa oggi. Direi che è l’ennesima dimostrazione di menefreghismo e scarso rispetto da parte dell’amministrazione comunale nei confronti del Calcio Padova e dei suoi tifosi”.

Ore 16.25 – Questo il commento di Maurizio: Il Novara,vista la raffica di assoluzioni, patteggiamenti vantaggiosi e di punti di penalita’ restituiti,nei vari gradi di giudizio,,deve avere un ottimo avvocato.Quindi se non sbaglio, avra’ altri punti indietro. Vorrei un suo commento. Ci troveremo di fatto, con squadre a cui sono state contestate decine di partite combinate,con la stessa penalita’ o forse meno,di chi ne ha avuta una sola e anche tentata”.

Ore 16.15 – Questo il messaggio di Luca: Dimitri in caso di forfait sia di Galli che di De Vitis ritieni possibile che un esterno possa essere impiegato in mezzo al campo?mi pare che Rispoli negli ultimi minuti della gara di Varese sia stato utilizzato in una posizione piu’ centrale..inoltre Gallozzi potrebbe giocare nonostante una condizione precaria?”

Ore 16.10 – Questo il messaggio di Pietro: “RISCHIO-NAZIONALE…basta con queste partitine che sevono solo per far lavorare un pò di ex giocatori! Cosa serve la nazionale di Serie B? E’un serbatoio per quale altra nazionale? Visto che ci sono decine di Under…questa cosa serve? L’orgoglio di vestire una maglia azzurra…ed allora facciamo anche la nazionale di I°Divisione e quella di II°Divisione, nonchè quella dell’Eccellenza o di I°Categoria…vestiamo pure i tifosi in azzurro! Ringrazia De Vitis…”

Ore 16.05 – Ancora Baraldi, stavolta su Bonazzoli: “Accordo fino a giugno con possibilità di allungarlo per un anno. Buona operazione, giocatore forte a mio avviso, ha tantissimi campionati di serie A alle spalle… Inseriamo un ragazzo che si contestualizza bene nel gruppo! Lo tessereremo a gennaio ma da lunedì si aggregherà alla prima squadra per guadagnare tempo”

Ore 15.55 – Luca Baraldi intervistato allo stadio Appiani sulla questione De Vitis: “L’ho contattato telefonicamente, non c’è nessun problema per sabato”.

Ore 15.25 – (ANSA) – ROMA, 28 NOV – Il Tribunale Nazionale di Arbitrato per lo Sport accoglie il ricorso del portiere del Novara Alberto Fontana contro la squalifica di 3 anni e 6 mesi inflitta in 1/o grado e confermata dalla Corte di Giustizia federale per la presunta combine del match di Coppa Italia 2010 Chievo-Novara (3-0), annullando la squalifica. ‘E’ stracontento – dice l’avvocato di Fontana, Davide Gatti – una cosa del genere lo rimette in condizione di tornare a svolgere subito la sua professione’.

Ore 14.55 – Questo il messaggio di Umberto: Dopo quella al glorioso Cavalca, proporrei alla squadra una visita d’urgenza ad un’altra perla della città, il Santo!! Chissà chè calino gli infortuni.. :-)  (sempre un sentito ed enorme GRAZIE a PadovaGoal per ciò che fate!!!)”

Ore 14.30 - Fabrizio Salvatori, Luca Baraldi e Stefano Marchetti avvistati allo stadio Appiani a colloquio prima dell’inizio della partita Padova-Milan Primavera, di scena fra pochi minuti

Ore 14.15 – Questo il commento su Twitter del centrocampista biancoscudato, con tanto di foto: “Tra Sabato e oggi me ne torno da Crotone con 7 punti!!! 3+ i 4 di oggi!!!!”

Ore 14.10 - Report medico Padova Goal: quattro punti di sutura per Alessandro De Vitis dopo uno scontro aereo con un avversario durante la partita giocata stamani dalla Selezione B Italia a Crotone

Ore 14.00 – Questo il messaggio di Giacomo: “Ciao Padovagoal, prima ho seguito l’inizio del 2^ tempo della gara Italia-Russia dell’Under 20 di B, a Crotone. Il telecronista ha detto che nel primo tempo De Vitis è stato sostituito per infortunio. Ne sapete qualcosa? Grazie, forza Padova!” (d.c. – Ci risulta che l’uscita di De Vitis fosse stata concordata anticipatamente proprio col Padova. Stiamo verificando la situazione)

Ore 13.55 – Questo il pensiero di Marco: Credo che i nostri dirigenti ,il nostro allenatore e direi comunque tutti quanti ,compresa la squadra,siano molto presenti e attenti,consiglio a tutti di andare a bresseo a vedere gli allenamenti di questi ragazzi e di quanto il nostro Mister ( il migliore di tutti quelli che si sono avvicendati qui da noi)continuamente li carica e sprona a dare sempre di più. Direi poi anche un grazie x l’ingaggio di Bonazzoli,senza togliere nulla agli altri componenti della squadra…….”

Ore 13.45 – Questo il pensiero di Roberto: Caro Dimitri, leggo ora con soddisfazione che Bonazzoli é ufficialmente del Padova e che da gennaio potrà essere schierato. Il vantaggio di avere un bravo giocatore a disposizione che già da tempo si allena da noi é cosa non da poco: praticamente quando comincerà a giocare sarà come un qualsiasi giocatore del Padova che rientra da un infortunio. Volevo brevemente dire la mia riguardo le polemiche sulla spazio concesso al Verona, senza voler fare l’avvocato difensore di Padovagoal o di D. Canello in particolare che non ha certo bisogno di difensori d’ufficio. Come tifoso padovano a me interessa che le notizie sulla nostra squadra siano tempestive, esaurienti e credibili; sotto questo aspetto mi sento assolutamente soddisfatto (l’ho già detto altre volte, ritengo Padovagoal il miglior sito per un tifoso padovano) e pertanto ritengo certe sottolineature assolutamente pretestuose e fine a se stesse”.

Ore 13.35 – Giudice sportivo, serie A: subito una giornata di squalifica per l’ex ds del Padova Rino Foschi “per aver proferito nei confronti del direttore di gara un’espressione irriguardosa nei minuti di recupero della partita Atalanta-Genoa”.

Ore 13.30 – Raimondi sul mercato: “Ha firmato Bonazzoli? Io resto comunque qui, a meno che qualcuno non arrivi e mi dica di andarmene… Io resto qui, a casa mia!”

Ore 13.25 – Raimondi su Zaza: “Era il mio coinquilino per sei mesi a Castellammare di Stabia, e quindi abbiamo uno splendido rapporto… Mi dispiace molto che non ci sia perché mi perdo il cambio maglia a fine partita con lui! Scherzi a parte, sono contento perché secondo me è fortissimo ed è un vantaggio per noi…”

Ore 13.22 – Raimondi su Granoche: “Mi trovo benissimo con lui, perché fa dei grandi movimenti, ma mi trovo bene anche con tutti gli altri attaccanti!”

Ore 13.15 – Raimondi sul Crotone: “La partita si era incanalata in un modo, poi dopo l’espulsione loro attaccavano a spron battuto e noi ci siamo schiacciati per difendere al meglio, e ci siamo riusciti visto il risultato!”

Ore 13.12 – Raimondi sull’Ascoli: “L’esordio casalingo dal primo minuto per me? Potrebbe essere… Qualora succedesse sarei carico al 1000%, come sempre! Voglio dimostrare che posso far bene anche dall’inizio…”

Ore 13.10 – Arriva Raimondi

Ore 13.00 – A breve la conferenza stampa di Andrea Raimondi. Bonazzoli verrà presentato ufficialmente lunedì pomeriggio a Bresseo.

Ore 12.30 – Termina l’allenamento.

Ore 12.00 – Partitella finale in corso. Non vi partecipa Piccioni nonché Renzetti e Farias, che lavorano a parte col pallone insieme a mister Pea.

Ore 11.50 – Aumentano d’intensità pioggia e vento a Montegalda.

Ore 11.35 – Piccioni torna ad allenarsi col gruppo pur non essendo al 100%.

Ore 11.25 – Schemi anti-Ascoli in corso. Gran gol al volo di Rispoli, particolarmente in palla.

Ore 11.15 – Piccioni si ferma ed inizia ad allenarsi a parte. Smorfia di dolore per il centrale difensivo.

Ore 11.10 – Qui Montegalda, prime esercitazioni con il pallone.

Ore 11.05 – Qui Montegalda, iniziato l’allenamento mattutino. La squadra si allena sotto una fitta pioggia sul campo sintetico utilizzato già in altre svariate occasioni. Assenti gli infortunati Babacar, Cuffa e Viviani nonché De Vitis, impegnato tra un’ora con la B Italia. Inizialmente in gruppo, invece, Piccioni, mentre Galli si allena nuovamente a parte.

Ore 11.00 – Questo il messaggio di Gianluca: Le previsioni meteo per sabato per il momento non danno pioggia ma nel caso dovessero cambiare e’ possibile sapere anticipatamente se cambiano anche le direttive in merito all’ingresso allo stadio con ombrelli pieghevoli ? in particolare in Fattori dove si viene trattati sempre in modo diverso dagli altri settori….poi che non si lamenti la societa’Calcio Padova se ci sono meno presenze allo stadio quando si viene a sapere ai tornelli che l’ombrello pieghevole non e’ consentito,si obbliga a lasciarlo ai cancelli per poi non trovarlo a fine partita e bagnarsi fino alla macchina!!!”

Ore 10.59 – Tutto come ampiamente previsto, Bonazzoli (foto Calcio Padova) sarà il primo rinforzo sul mercato di gennaio del Padova. Questo il comunicato ufficiale: “Il Calcio Padova informa che nella giornata di oggi la Società biancoscudata ha raggiunto un accordo con l’attaccante Emiliano Bonazzoli. Nel rispetto delle norme federali, l’accordo potrà essere formalizzato solo a partire dal 3 gennaio, mentre il giocatore inizierà ad allenarsi con la prima squadra già a partire da lunedì 3 dicembre.

Ore 10.58 – UFFICIALE: BONAZZOLI AL PADOVA!

Ore 10.55 – Questa la mail di Marco: Una domanda diretta: ma è mai possibile che in societa’ al Calcio Padova non controllino nemmeno il meteo previsto e neppure 2 giorni prima? Era previsto il maltempo a meta’ settimana e via con l’ allenamento della squadra all’Appiani come promesso!! Poi l’ inevitabile annullamento. Questo fa capire quanto ancora si viva nell’improvvisazione anche nelle piccole cose dalle nostre parti. Si richiede risposta schietta, grazie, se possibile. Marco”.

Ore 10.50 – Questo il messaggio di Enrico: Buongiorno Dimitri, non voglio alimentare polemiche o dare il via ad una gara a chi ha ragione o meno in merito alle notizie sul Verona; perciò se ritieni di non pubblicare questo messaggio per non tirarla troppo lunga, ci sta. Volevo solo fare una considerazione in merito alla tua gentile risposta di ieri sera che ho appena letto e che mi ha fatto capire quanto sia giornalista e uomo di calcio tu e quanto invece sia troppo tifoso io. Ai miei occhi il campanile costituisce una bella fetta dell’essenza del calcio, certo la categoria conta e non poco ma comunque meno dell’orgoglio del portare avanti i nostri colori. Ti dirò, proprio perché nostri gemellati, avrei preferito leggere la probabile formazione del Palermo che quella del Verona, che purtroppo poi ha vinto (mi è comunque piaciuto quel “fortunoso” per definire il gol di Cacia). Per quanto riguarda i fasti del passato non credo che i successi siano legati al campanilismo, bene o male tutte le tifoserie guardano al campanile, anche quelle che in A ci sono da tempo. Tirando le somme dico che capisco i tuoi punti di vista e che questo è prima di tutto un sito che cerca di fare informazione, cosa che peraltro vi riesce bene, per questo vi leggo sempre. Per il campanile ci sono effettivamente altre sedi. Buona giornata. Enrico, tribuna est”.

Ore 10.40 – Il Padova sta seguendo un giovanissimo attaccante classe 1995. Si tratta di Giovanni Bongermino, talento del Taranto che, tuttavia, dovrebbe rimanere almeno fino a giugno nel club pugliese. Abbiamo trovato conferme a questa notizia segnalataci da Federico, che ringraziamo.

Ore 10.30 – (Gazzettino) Appuntamento questa mattina per Emiliano Bonazzoli nella sede di viale Nereo Rocco, dove è in programma un incontro con la dirigenza del Padova. Al centro della discussione, naturalmente, il futuro in biancoscudato dell’attaccante ex Reggina. «Ci vedremo in sede – conferma Baraldi – stiamo parlando per trovare un accordo e vedremo di raggiungerlo entro fine settimana». Al faccia a faccia, oltre al direttore sportivo Fabrizio Salvatori, dovrebbe essere presente anche il vice presidente Lorenzo Cestaro. «Può darsi che ci sia, deve venire in sede» aggiunge Baraldi. L’eventuale contratto, come noto, potrà essere depositato solo a gennaio con l’apertura ufficiale del mercato, mentre al momento il Padova potrebbe rendere noto solo il raggiungimento di un’intesa con il giocatore. Quanto a Bonazzoli, già ieri ha fatto una visita allo stadio Euganeo, mentre oggi pomeriggio sarà all’Appiani per seguire il match della squadra Primavera con il Milan.

Ore 10.20 – (Mattino di Padova) Tra il Padova ed Emiliano Bonazzoli le distanze si accorciano. Nei giorni scorsi l’ex attaccante della Reggina ha ultimato le visite mediche, superando al meglio i test fisici richiesti dalla società. Nei prossimi giorni l’incontro decisivo, anche se un primo contatto tra l’ex centravanti della Reggina e la dirigenza biancoscudata sembra esserci stato già ieri sera, per provare a mettere nero su bianco l’accordo. «Cercheremo un punto di incontro. La firma potrebbe arrivare entro la settimana, se troveremo l’intesa», ha spiegato il consigliere biancoscudato Luca Baraldi.Bonazzoli andrà a puntellare l’attacco di qualità che Fulvio Pea ha a disposizione da inizio stagione, un reparto tuttavia un po’ ristretto dal punto di vista prettamente numerico. Il suo arrivo, quindi, non significa affatto che Pablo Granoche non abbia convinto lo staff e la dirigenza: «Anzi», conclude Baraldi, «Avremo bisogno di entrambi: sono due giocatori dalle caratteristiche diverse, se arrivasse Bonazzoli non significherebbe che Granoche non ci ha soddisfatto finora».

Ore 10.10 – (Mattino di Padova) La pioggia delle ultime ore ha scombinato i piani del Padova. Dopo l’allenamento di ieri pomeriggio a Bresseo, effettuato sotto il diluvio e su un campo al limite della praticabilità, la società ha deciso di spostare le sedute di oggi pomeriggio e di domani sul campo sintetico di Montegalda, in provincia di Vicenza, che già nelle ultime due stagioni aveva ospitato la squadra nel periodo invernale. Il che significa, perciò, che per rivedere i biancoscudati all’Appiani i tifosi dovranno attendere ancora qualche tempo. Ma dal campo le notizie che giungono non sono del tutto nefaste. Niccolò Galli, infatti, ieri pomeriggio ha ripreso a correre a parte dopo aver effettuato le terapie del caso, segno che la contusione alla caviglia sinistra potrebbe essere in via di riassorbimento e che il centrocampista potrebbe recuperare in extremis per il match di sabato con l’Ascoli.

Ore 09.50 – (Gazzetta dello Sport) Sarà uno Scida stracolmo quello che accoglierà la B Italia di Massimo Piscedda oggi in amichevole contro i pari categoria della Russia allenati da Igor Shalimov. [...] Questa è la formazione che Piscedda farà scendere in campo (4-3-3): Iacobucci (Spezia); Ghiringhelli (Novara), Brosco (Ternana), Benedetti (Spezia), Cancellotti (Pro Vercelli); Maiello (Crotone), Paghera (Lanciano), De Vitis (Padova); Pettinari (Crotone), Zaza (Ascoli), Bellomo (Bari). In panchina: Bastianoni (Varese), Bocchetti (Lanciano), Rosania (Lanciano), Busellato (Cittadella), Fossati (Ascoli), Fedato (Bari), Giannetti (Cittadella).

Ore 09.40 – (Gazzetta dello Sport) Stavolta qualcosa di clamoroso accade alla Favorita. Il Verona in 10 elimina il Palermo e agli ottavi di finale, il 18 dicembre, troverà l’Inter. E non si può neppure dire che solo il Palermo ha snobbato l’impegno di Coppa schierando quasi tutte le riserve perché pure il Verona ha attuato un robusto turn over, utilizzando 4 titolari appena. Semmai si può dire che i veneti, terzi nel campionato di serie B, hanno delle valide alternative, mentre i siciliani no. Troppi sbagli, troppo pressapochismo nelle fila rosanero. Il Verona senza rubare nulla costruisce il colpaccio di rimonta e in inferiorità numerica. Nonostante i prezzi popolari e la recente vittoria nel derby, meno di ottomila spettatori al Barbera, per cui fanno più effetto i 300 venuti da Verona premiati da un risultato insperato. [...] Prima della gara le due tifoserie erano venute in contatto fuori dallo stadio, sul punto di raccolta dei tifosi ospiti, al Piazzale dei Matrimoni, sono volati schiaffi e lanci di oggetti, per fortuna senza gravi conseguenze. Tutto sembra fosse nato da un lancio di oggetti dei veronesi alle auto di passaggio.

Ore 09.30 – (Gazzetta dello Sport) «Società di calcio, ci vuole una presa di coscienza molto più forte». Il ministro dell’interno Anna Maria Cancellieri parla di pallone e mafie e chiede ai presidenti e ai club di «fare attenzione» individuando il momento più critico, «i capitali che si trasferiscono per l’acquisto di una società. Qui dobbiamo fare il salto di qualità, ottenere informazioni, una sorta di certificazione antimafia come per la vendita di grandi imprese e l’assegnazione di grandi appalti». Il Ministro apre anche all’ipotesi di una legislazione che limiti le cosiddette scommesse «criminogene» come le definisce Raffaele Cantone, il magistrato che presenta con la responsabile del Viminale il suo libro scritto con Gianluca di Feo, Football clan: «Le scommesse minori, quelle su chi batte il primo calcio d’angolo o il primo fallo laterale, io le abolirei: sono le più controllabili». E Walter Veltroni la incita: «Ministro, chiami il Coni, si può fare un provvedimento a breve. Se all’estero non ci seguono? Intanto diamoci delle nuove regole noi». La Cancellieri non chiude, anzi: «Per ora è un’idea. La studieremo con il Coni».

Ore 09.20 – (Gazzetta dello Sport) Imbarazzante amarcord a Novarello, dove nell’ambito della serata di beneficenza organizzata lunedì sera dal gruppo «Salta con noi Jimmy Fontana» con l’appoggio dello storico club «Fedelissimi Novara Calcio» in favore dell’associazione Neo-N (Neonati a rischio) di Novara, erano presenti, tra gli altri, anche Mavillo Gheller, Christian Bertani e Jimmy Fontana. Si tratta di tre degli azzurri che sono rimasti coinvolti nell’inchiesta sul calcioscommesse (assolto Gheller al Tnas, ancora in corso i procedimenti nei confronti degli altri due: Fontana è in attesa del pronunciamento del Tnas). La presenza, in particolare, di Bertani ha comprensibilmente diviso i tifosi, tanto che il «coordinamento cuore azzurro Novara club» prima e i Fedelissimi Novara Calcio poi, hanno preso le distanze dalla decisione degli organizzatori. La società non ha voluto commentare, ma era evidente l’imbarazzo tra i dirigenti che ieri mattina si sono confrontati sulla vicenda.

Ore 09.10 – (Gazzetta dello Sport) Dall’aeroporto di Malpensa (già snodo fondamentale dell’inchiesta «Last Bet» per la presenza dei singaporiani) alla notte cremonese. Lunedì, intorno alle 20, con un volo della Jat Airways in arrivo da Belgrado, Almir Gegic, latitante dal 1° giugno 2011, si è costituito agli uomini dello Sco (Servizio centrale operativo) e della squadra mobile di Cremona: l’ex giocatore serbo, una delle figure più importanti dell’inchiesta sul calcioscommesse, è stato preso in consegna allo scalo milanese e dopo le operazioni di riconoscimento al posto di polizia è stato portato in carcere a Cremona. A Ca’ del Ferro il 33enne di Novi Pazar, che ha giocato anche a Vicenza (3 gare in Serie B e una panchina in Serie A), è arrivato alle 22.15. Gegic era con uno dei suoi avvocati, Kresmir Krsnic (l’altro difensore è il pesarese Roberto Brunelli), che gli ha consegnato, su richiesta di uno degli «zingari», i faldoni dell’inchiesta, per permettergli nei due giorni che separavano l’ex giocatore dall’interrogatorio di garanzia di rileggersi le carte con i particolari dell’inchiesta che lo riguardano. [...] L’interrogatorio di garanzia è stato fissato per domani dal Gip Guido Salvini. E proprio domani, prima dell’arrivo al Tribunale di Cremona, ci dovrebbe essere l’incontro con gli avvocati per concordare una linea da seguire davanti al giudice.

Ore 08.42 – (Ascoli Calcio) Ieri pomeriggio la squadra ha sostenuto al C.S. Città di Ascoli il secondo allenamento della giornata: dopo il torello iniziale, i calciatori sono stati impegnati in situazioni tattiche offensive e difensive, in esercitazioni sul possesso palla e una partita finale a campo ridotto. Si è sottoposto a terapie Colomba; Peccarisi si è allenato a parte così come Conocchioli, che ha svolto un’ecografia di controllo alla caviglia. Caviglia che è ancora un po’ gonfia, ma che non dovrebbe fargli saltare il match di Padova. Pasqualini si è regolarmente allenato, mentre Soncin ha saltato soltanto la partitella finale. Assenti Zaza e Fossati, in Nazionale. Oggi l’allenamento è in programma alle 15:00 al C.S. Città di Ascoli.

Ore 08.40 – Questo il messaggio di Luca: Dimitri credi che Granoche possa essere ceduto nel mercato di gennaio se oltre a Bonazzoli venisse preso un attaccante con caratteristiche simili a Farias? Secondo il mio punto di vista Granoche si è sempre impegnato molto ed è stato fondamentale in alcune partite per aprire gli spazi ad altri giocatori che si inserivano, quindi potrebbe essere ancora utile”. (d.c. – L’impegno di Granoche e la sua utilità in alcune situazioni di gioco sono indiscutibili. Certo se recupererà Babacar e con l’arrivo di Bonazzoli lì davanti si comincerà ad essere in tanti..)

Ore 08.38 – Questo il pensiero di Leo: “Caro Dimitri, prima di tutto grazie per il vostro fantastico lavoro per aggiornare noi tifosi del nostro amato Padova. Anche io sono d’accordo con Enrico e Alex. Troppe notizie sul Verona. L’avevo notato tempo fa’. A dire la verita’, personalmente non interessano per niente e ogni volta le salto senza leggerle… forse perche’ amo il solo il PadovA e notizie del Verona in questo sito mi danno quasi fastidio ;-). Magari racconti di tifosi biancoscudati in trasferta or ricordi di incontri passati potrebbero essere interessanti. Senza offesa, solo una ”positive feedback” di quello che e’ il miglior sito sportivo del Padova e tra i migliori nazionali in proporzione. Avanti Padova”.

Ore 08.37 – Questo il messaggio di Pierpaolo: “Il Verona mi è sempre stato antipatico, ma ammetto che spesso e volentieri le notizie sulle altre venete le leggo. Anche perché vedo che quelle che vengono postate di solito sono interessanti e ad esempio ieri su facebook molti tifosi del Padova commentavano il passaggio del turno del Verona contro il Palermo. Detto questo, è ovvio che quando cominciano a diventare troppe uno può stancarsi, ma non mi pare il caso di Padovagoal”

Ore 08.36 – (Ascoli Calcio) La rappresentanza dell’Ascoli Calcio ha raggiunto nella giornata di ieri Sidney e l’ALLIANZ ARENA dove è stata ricevuta dall’Amministratore Generale del Sidney Tony Pignata, artefice dello sbarco di Alessandro Del Piero in Australia. Il responsabile degli Osservatori dell’Ascoli Stefano Carassai è stato condotto da Pignata all’allenamento del Sidney e quindi anche di Alessandro Del Piero. E’ stato possibile scambiare con l’ex juventino alcune opinioni sull’andamento del campionato e sulle caratteristiche del calcio australiano. L’incontro con l’AD Pignata è stato anche l’occasione per valutare un’eventuale collaborazione fra il settore giovanile bianconero e quello del Sidney, iniziativa ancora embrionale, ma che, se andasse in porto, sarebbe un’opportunità prestigiosa di collaborazione fra due realtà così lontane. Nella foto di Ascoli Calcio la rappresentanza bianconera con Alex Del Piero e l’AD Pignata.

Ore 08.34 – Le previsioni meteo annunciano piogge abbondantissime sia oggi che domani. Questo ha costretto lo staff tecnico e la società ad annullare l’allenamento di domani all’Appiani e di spostare quello odierno

Ore 08.32 – Serie Bwin, il prossimo turno (sabato 1 dicembre 2012, ore 15): Bari- Sassuolo, Brescia-Verona, Empoli-Spezia, Juve Stabia-Cittadella, Lanciano-Cesena, Livorno-Grosseto, Modena-Novara, Padova-Ascoli, Varese-Ternana, Pro Vercelli-Vicenza (ore 18), Reggina-Crotone (lunedì 3 ore 20.45)

Ore 08.30 – Serie Bwin, la classifica dopo la quindicesima giornata: Sassuolo 38, Livorno 35, Verona 32, Padova 25, Juve Stabia 24, Brescia e Varese 23, Modena 22, Cittadella, Spezia ed Empoli 20, Bari e Ternana 18, Crotone, Vicenza e Ascoli 17, Cesena 15, Reggina 14, Lanciano 13, Pro Vercelli 11, Novara 10, Grosseto 8.

Ore 08.28 – Serie Bwin, i risultati finali della quindicesima giornata: Ascoli-Vicenza 0-0 Note: espulso Martinelli per fallo da ultimo uomo, Cittadella-Verona sospesa al 37′ st sul 2-1 (29′ pt Laner, 2′ st Schiavon, 29′ st Maah), Crotone-Padova 0-1 (26′ st Farias), Grosseto-Brescia 2-2 (2′ pt rig. And. Caracciolo, 14′ pt Sforzini, 18′ pt Scaglia, 22′ pt Olivi), Juve Stabia-Empoli 1-0 (10′ pt Caserta), Sassuolo-Reggina 3-1 (17′ pt e 3′ st Boakye, 22′ pt Ceravolo, 32′ pt Troianiello), Ternana-Lanciano 2-2 (39′ pt Litteri, 41′ pt Di Cecco, 29′ st Vitale rig., 44′ st Falcone), Varese-Pro Vercelli 2-0 (45′ pt Nadarevic, 20′ st Ebagua), Note: espulso Cosenza (Pro Vercelli), Valentini para un rigore a Ebagua, Cesena-Spezia 1-1 (5′ pt Sansovini, 19′ st Succi), Bari-Modena 2-0 (20′ e 38′ st rig Caputo)

Ore 08.27 – Questo il programma allenamenti biancoscudato dal 26 Novembre al 2 Dicembre: oggi alle 11.00 allenamento sul campo sintetico Montegalda (Vicenza), Domani alle 11.00 allenamento sul sintetico di Montegalda, Venerdì 30/11 alle 11.00 allenamento a porte chiuse a Bresseo, Sabato 1/12 alle 15.00 gara di campionato Padova-Ascoli presso lo Stadio Euganeo, Domenica 2/12 riposo

E’ successo, 27 novembre: sotto un autentico diluvio il Padova prosegue gli allenamenti. Si tenta di recuperare Galli, ma è una situazione quasi proibitiva, mentre Piccioni è ancora out, ma in questo caso da parte dei medici c’è maggiore ottimismo.

Print Friendly