Mailbox 24! Le vostre mail sempre in diretta

Paolo Cristofani liked this post

Le vostre mail sempre in diretta: clicca qui e aggiorna

Ore 11.00 – Francesco Giglio: “Caro Dimitri puoi farmi sapere l’attacante della Beretti dell’anno scorso NNaj che è stato anche capocannoniere della squadra dove è andato a finire? Visto che nella lista della Beretti di questa stagione da voi pubblicata non risulta,spero che sia rimasto nei quadri del Padova visto che era un giovane di prospettiva futura. Cordiali saluti Francesco Giglio” (d.c. – Si sta allenando con la Vigontina)

Ore 09.00 – Francesco Giglio: “Certo che questa volta il padova è mancato nello stile… Dalle Rive ha ragione, si potevano anche far giocare gli attaccanti di riserva se no a che servono? Abbiamo fatto una pessima figura”.

Ore 08.10 – Enrico Charles: “Con TAVANO AVANTI TUTTA!!!”

Ore 08.00 – Enrico: “Ciao Dimitri, Innanzitutto complimenti per il fantastico servizio, unico nel suo genere in Italia, che fornite quotidianamente. Vorrei porti due domande al volo: Hai notizie di quanti abbonamenti totali sono stati fatti nella prima settimana? Siamo rimasti a giovedì’ sera e non vi è stato più alcun aggiornamento..se ne sono aggiunti così pochi che hanno evitato di scriverlo? E poi sulla questione plebiscito che idea ti sei fatto? Ritieni davvero che sia un’ottima chance per il nostro futuro? Grazie mille complimenti ancora buona serata!” (d.c. – Sul Plebiscito sospendo il giudizio in attesa di vedere il progetto esecutivo. Non dispongo di altri dati sugli abbonamenti rispetto a quelli forniti dalla società, che tuttavia mi sembrano abbastanza buoni)

Ore 17.20 – Filippo83: “Credo che mai come quest’anno, comporre i gironi avrebbe scontentato…un po’ tutti. Alla fine, né il Parma né il Venezia hanno avuto particolari santi in paradiso. Aggiungiamoci noi Padova, Modena, Bassano e altre squadre minori ma rognose, ed il girone B sarà piuttosto competitivo. Forse però il girone C è anche peggio, con una serie di “corazzate” del Sud tutte a caccia della promozione. Il girone A sembra il più facile sulla carta, ma anche lì avere Alessandria, Cremonese e Livorno insieme non mi sembra semplice. Insomma comunque la si giri, andare in Serie B sarà difficile per tutti quest’anno, a meno di sorprese. Tutto questo, unito agli annosi e ormai normali problemi finanziari di tanti club, mi convince ancora di più che la Lega Pro andrebbe abolita: bisognerebbe formare una B2 a girone unico (anche chiamandola Serie C) da 20-22 squadre e con diritti TV, dove inserire sia le migliori che le piazze più grandi (ma finanziariamente solide). E sotto, si mantengono gli attuali numeri, ma divisi tra D1 a 3 gironi e D2 a 9 gironi, semiprofessionistiche (con possibilità di avere insieme società sia pro che dilettantistiche). Solo sogni di mezza estate…”

Ore 17.00 – Edoardo Manfrin: “Gentile Dimitri Canello, sono un tifoso del Padova e seguo molto padovagoal.it. C’è ancora lo spazio per scrivere i commenti che non trovo più? Poi,Zamuner sta  lavorando per ottenere Tavano con condizioni migliorative oppure l’ha scartato definitivamente? Grazie per l’attenzione, Edoardo Manfrin” (d.c. – Tavano non arriverà. Se ti riferisci ai commenti sotto al post ci sono ancora. Da cellulare quando arrivi nell’homepage devi andare in basso e cliccare su versione desktop e da lì puoi accedere sotto il pezzo anche ai commenti)

Ore 15.20 Mauro Parpajola: “Qui qualche sapientone fa fare le valigie a buoni giocatori come Corti e’ meglio che si sveglino e facciano bene i calcoli di chi deve rimanere.”

Ore 15.00 – Filippo83: “Fare 0-0 dopo 120′ e 3 legni, per poi venire eliminati ai rigori, è certamente sintomo sia di poca fortuna che di poca concretezza. Tutti noi ricordiamo l’8-0 al Pontedera di qualche anno fa, come l’exploit dell’Alessandria semifinalista lo scorso anno, ma… Diciamoci la verità: la Coppa Italia è un torneo poco utile per le squadre minori, dato che è programmato apposta per favorire (specialmente coi turni sempre in casa) le squadre maggiori. Costa risorse, specie umane, e garantisce poco ritorno finanziario, a meno di imprevedibili exploit. Inoltre, a vederla cinicamente, meglio evidenziare subito i possibili problemi ora, per avere poi tempo di correggerli ad inizio campionato; che cullarsi su false certezze perché magari si è fatta la goleada ai dilettanti. Nonostante sia un risultato che spero di dimenticare presto, nemmeno mi strappo i capelli per Padova-Seregno: i veri obiettivi sono altri. Piuttosto, anche la Coppa Italia di Lega Pro (almeno un trofeo a…37 anni dal precedente?)”

Ore 16.20 – Pietro Smaniotto: “Sono un “drogato” del Padova, non passa giorno che non sniffi sul Vostro sito, ciò mi rende appagato, felice….perchè Voi “spacciate” notizie vere, testate, precise senza tanti fronzoli. Gli altri siti sono in ritardo di uno/due giorni. Vi ho sempre fatto i complimenti anche quando eravamo a Bresseo ed avevo il piacere di chiacchierare con Canello, Fusar Poli e co. Grazie per gli sforzi che giornalmente fate e credo non siano pochi. Un caro saluto a tutto lo staff”. (d.c. – Ti ringrazio Pietro per i complimenti che fanno sempre piacere)

Ore 16.00 – Denis: “Buonasera gentile direttore Dimitri mi dispiace dirlo ma Tavano a questo punto è giusto che nn venga a Padova…noi tifosi di questi colori vogliamo giocatori che accettino la Nostra squadra con la passione nel cuore perché è chiaro che ormai x Tavano Padova è una seconda scelta….x favore direttore di a Zamuner fin qui eccezionale davvero di puntare su un altra seconda punta che ci faccia scaldare il cuore…in cuore mio penso sempre a Sforzini che seconda punta nn sarà ma pure Neto nn vedo benissimo cm prima punta e in una stagione così lunga cm la prossima ci sarà bisogno di tt davvero….un grazie davvero x tt il vostro impegno e continuate così mi racc….Denis”

Ore 14.00 – Daniele Tosato: “Buongiorno, io guardo volentieri le vostre notizie sul mio smartphone MICROSOFT LUMIA 550 con sistema operativo windows 10. volevo sapere se era possibile installare la vostra applicazione per questo tipo di dispositivo. Grato della Vs gentile risposta, porgo cordiali saluti. Daniele Tosato” (d.c. – Non ti prometto nulla, stiamo valutando con le nostre risorse se sarà possibile rinnovare le nostre app)

Ore 13.50 – Maicol: “Ciao, mi sapete dire quanti anni di contratti hanno pelagatti, de leidi e busellato? il nuovo arrivato kouame è in prestito?” (d.c. Tutti un anno di contratto ancora. Kouame è in prestito)

Ore 09.40 – Omar: “Buongiorno a tutta la redazione di PadovaGoal che bene ci informa sul nostro Padova. Ho una curiosita: viste le ultime defaillance di squadre che non si iscrivono, che falliscono, che rifiutano la promozione, che lega pro andra’ a delinearsi? La vedo dura a trovare 60 squadre. Attualmente quante ce ne sono di regolarmente iscritte alla lega pro? Grazie”. (d.c. – Bella domanda…)

Ore 09.00 – Francesco Giglio: “CARO DIMITRI TI CHIEDO CORTESEMENTE SE SI PUO CONOSCERE L’ORGANICO COMPLETO DELLA SOCIETà FINO A QUESTO MOMENTO,QUALI SOCI NUOVI SI SONO AGGIUNTI AI VECCHI. GRAZIE DI CUORE FRANCESCO GIGLIO” (d.c. – Per adesso ufficialmente non ci sono stati nuovi ingressi. Ma ci saranno a breve)

Ore 11.30 – Filippo83: “Caro Che Ci, e gentile Redazione, hai perfettamente ragione. Centri commerciali e supermercati sono quasi sempre permessi…tranne che quando se ne parli in relazione allo stadio! E inviterei anche ad un’altra riflessione, al di là di essere pro o contro il Plebiscito, pro o contro l’attuale sindaco. Padova è ferma a causa di un investimento massiccio e sbagliato di 25 anni fa: spostare lo stadio no, ce lo abbiamo già ed è uno spreco; cederlo ai privati no, devono pagare lo stesso prezzo che se fosse uno stadio nuovo e moderno (dovrebbero pagare qualcuno per prenderselo, altro ché…) Scommettiamo che, se arrivasse un Pozzo o un Tacopina a Padova, ammesso e non concesso che non scappi prima, il nuovo stadio se lo fa ma a Limena o Albignasego, e l’Euganeo rimane solo una “cattedrale nel deserto”? Perché non possiamo impostare un discorso serio, maturo e realista su uno stadio, il cui valore reale (= di mercato) è molto più basso di quanto costa costruirlo e gestirlo?”

Ore 11.00 – Mauro Parpajola: “Non so le altre città siano come padova x via di questi imbecilli ma questi casi vanno risolti anche con le forze dell’ordine anche perché lasciare solo noi buoni tifosi a calmare questi balordi innominabili ti portano a risse spaventose io sarei il primo a puntare il dito su questa gentaglia che continuerà ancora a portare problemi anche alla proprietà x via di multe e rischi di squalifiche”

Ore 17.40 – Alessandro: “In merito agli ululati. Mi metto nei panni di un giocatore di colore. Se mi denigrano io poi sputo sangue…..quindi di fatto li carichiamo. Diamoci un taglio e inventiamoci dell’altro. Francamente la cosa è anacronistica ed un pò stucchevole. Diverso il discorso se hai un Balotelli davanti, insultarlo è d’obbligo”.

Ore 17.20 – Che Ci: “Buon giorno redazione, grazie innanzitutto x il vs. prezioso servizio. Leggo sui vari quotidiani locali che verranno aperti nuovi ipermercati intorno alla cintura di Padova. la cosa mi ha sconcertato per il semplice motivo che quando chiedevano di costruirlo attorno all’Euganeo per favorire il Padova ed eventuali finanziatori per sistemare lo stadio, no!!!…danno le colpe a Botonci….ma per avere le autorizzazioni per costruire i cosiddetti iperpermecrati, in realtà ci vogliono diversi anni…che colpa ne ha l’attuale sindaco…??? che sotto ci sia una regia???”

Ore 17.00 – Filippo83: “Gent. Redazione, in questo momento, il derby Padova-Campodarsego diviene virtualmente realtà. Non si tratterebbe di ripescaggio, ma di vera e propria promozione, di ammissione secondo graduatoria in sostituzione di altre squadre rinunciatarie. La cosa ha il sapore di una beffa, con la società dell’Alta – ma non così Alta come Cittadella o Luparense, anzi praticamente hinterland – che aveva appena annunciato di essersi preparata a giocare la D, e di aver rinunciato a chiedere il ripescaggio. Saltano infatti il fondo perduto di 250mila €, e forse anche le restrizioni sullo stadio in deroga. A questo punto, è lecito domandarsi: il Campodarsego preferirà rischiare un altro anno di D, campionato per nulla facile; oppure sfrutterà questo “regalo” inatteso?” (d.c. – Se le regole rimarranno queste, c’è sempre il problema dello stadio, al momento irrisolvibile. A meno che non venga concessa una deroga)

Ore 16.50 – Denis: “Buonasera gentile direttore Dimitri…intanto grazie x tt gli aggiornamenti continui sul Padova in particolare e poi le volevo chiedere cm mai Zamuner nn fa un pensierino a Sforzini essendo svincolato se nn Sbaglio? Grazie ciao e continuate così Denis” (d.c. – Ciao Denis, Zamuner proverà a prendere Tavano. Se non dovesse riuscirci, non escludo che Sforzini, al momento non preso in considerazione, non possa tornare in ballo)

Ore 09.50 – Francesco Giglio: “Caro Canello voglio ringraziare te e i tuoi collaboratori per le notizie che ci fornite a noi tifosi in special modo a chi è lontano da padova ma sempre vicino al nostro cuore,grazie per esserci ci fate sentire vicino al nostro amato padova. Distinti saluti Francesco Giglio” (d.c. – I ringraziamenti fanno sempre piacere. Grazie per la sua mail)

Ore 15.00 – Armando Bergamin: “Carissimi, non ho ancora visto nulla sulla campagna abbonamenti del padova per la prossima stagione, avete qualche notizia in merito? Grazie e complimenti per il prezioso lavoro che fate Armando” (d.c. – La società sta attendendo di capire quante squadre si iscriveranno al prossimo campionato e di conoscere la divisione dei gironi prima di lanciare la campagna abbonamenti)

Ore 18.20 – Chicco: “Mi complimento con i gestori della pagina del comitato per il no al plebiscito,per le strumentalizzazioni politiche e per la democrazia, prima si dicono favorevoli a un tavolo di confronto e poi bannano e cancellano i messaggi di chi è a favore del plebiscito,magari è gente che si lamenta della chiusura di palazzo moroni ai giornalisti. sappiamo bene da chi è retto questo comitato, gente che è sempre stata nemica del calcio padova e dei suoi tifosi., quella parte politica che ha perso le ultime elezioni comunali. CHI AMA IL PADOVA DICE SI AL PLEBISCITO”

Ore 23.30 – Alessandro: “Mi permetto di dire la mia su due/tre argomenti: Diniz e stadio. Diniz: mi baso sulla versione ufficiale della separazione. Per quanto mi riguarda la società doveva pretendere un indenizzo più consono per il cartellino. In alternativa convocare il giocatore e andare in scadenza. Stadio: le beghe politiche hanno rotto, al cittadino medio della politica non frega nulla. Troppo tempo a pensare a come sminuire l’avversario invece che a proporre e rendere concrete idee per la città/paese. Troppo tempo a lamentarsi delle risorse che non ci sono. A fare le cose con i soldi degli altri son capaci tutti. Cominciamo a far lavorare il cervello e inventarci a come reperire risorse senza frignare…. L’Euganeo è la morte del Calcio Padova e dei suoi tifosi, lo dicono i risultati e lo dicono le presenze in questi 22 anni di disonorato servizio. Se possibile bisogna andaresene o sistemarlo. Se la soluzione è il Plebiscito, PLEBISCITO SIA. Serie A: gente che parla male della soluzione Plebiscito auspicando la massima serie è gente che non sà di cosa stà parlando. Negli ultimi 52 anni il Padova ha visto la A 2 volte. Penso sia sufficiente per qualsiasi tipo di ragionamento. INAPRIMABISOGNAANDARCI!!!!!!! Io desidero uno stadio da 15/18 mila posti anche in serie A. Tutti abbonati, sempre pieno e gli occasionali a casa davanti al tubo catodico.”

Ore 08.00 – Filiberto Bassani: “Io amo il Padova, lo seguo dai tempi di Rocco. Trovo assurdo spendere soldi (molti di più di quanto preventivato) per andare a giocare in uno stadietto come il Plebiscito . E se “disgraziatamente” nel giro di qualche anno tornassimo in A: Juventus, Milan.. al Plebiscito?”

Ore 17.40 – Filippo83: “Gent. Redazione, reputo il Plebiscito ancora una buona idea, per le criticità che ha sempre evidenziato l’Euganeo, non ultime la dispersività del tifo e la disaffezione stessa dei tifosi. Negli ultimi giorni, però, le dichiarazioni a riguardo stanno davvero degenerando. Il sindaco è partito in quarta, promettendo di completare anche il secondo anello in vista della Serie A. Con 2 problemi: già l’adattamento a 12000-12500 posti presenta, a mio avviso, una sottostima del budget; bisognerebbe calcolare mediamente 1000€ (proprio il minimo per la B) per ogni nuovo posto, e si arriverebbe dunque sui 4.5milioni invece che 3 (un 50% in più dunque), e magari riusciamo a farci entrare anche tornelli, sala stampa ecc. in questi soldi; più gli altri lavori esterni, parcheggi, accessi, vie di fuga, accessabilità del resto degli impianti. Un 5-6milioni totali, a mio avviso spesi bene, ma non certo bruscolini. Il secondo problema è che, ahinoi, la Serie A rimane lontana, e comunque 15mila posti sono pochi anche in deroga: meglio evitare volin pindarici e concentrarsi su quel che c’è già da fare. Ci si mette quindi un noto politico d’opposizione, con l’unico intento di lisciare il pelo ai suoi elettori (irritando però quelli altrui) e di difendere l’operato di quei suoi stessi padrini politici, che hanno completato l’Euganeo lasciandolo però in condizioni penose negli anni a seguire, e che hanno abbandonato a sé stesso anche il Plebiscito (ringraziamo il mondiale U20 di rugby che permise di ristrutturarlo un po’). Non dimentichiamo la figuraccia rimediata dall’ex sindaco, quando presentò l’Euganeo ai delegati UEFA in previsione di una candidatura italiana ad Euro 2016… Non hanno mai capito il calcio ed il suo ambiente, ma vogliono dettare legge anche dopo essere divenuti minoranza. Infine, un giovane politico della maggioranza, che non ha tutti i torti, ma sbaglia i modi, preferendo anche lui andare allo scontro con il sindaco. Il quale è accentratore e decisionista, nel bene e nel male, e forse proprio per questo avrebbe bisogno del consiglio di qualcuno di più esperto in certe questioni. Il muro contro muro, invece, non fa che irrigidere entrambe le posizioni, e dimentica totalmente il bene della città e dello sport. Sperando che ora non si cominci a vietare l’ingresso in municipio anche ai giornalisti sportivi, con un sindaco contro tutti…”

Ore 17.30 – Enrico Charles: “Il Padova deve puntare sui trequartisti di destra e su un centrocampista difensivo, un esterno sinistro e un difensore centrale. Cosa aspetta??”

Ore 17.20 – Omar: “Gentile redazione di Padova Goal buongiorno, si sta gia’ parlando, com’e’ giusto che sia, della campagna abbonamenti. D’accordo e’ giusto di farlo a prescindere (penso che lo rinnovero’ ) ma si sa niente di come verranno svolte le partite? Sara’ come l’anno scorso con un calendario spezzatino o si avranno delle certezze maggiori di quando si svolgeranno gli incontri? Ripeto, io rinnovero’ ma non mi sento di condannare nessuno se il calendario dovrebbe essere penalizzante per il tifoso e secondo me le societa’ se hanno interesse ad avere piu’ abbonati in questo caso dovrebbero fare le loro rimostranze. Oppure in termimi economici gli conviene di piu restare come l’anno scorso? Grazie e sempre AVANTI SCUDATI!” (d.c. – Il presidente Bergamin ha rinviato il lancio alla metà di luglio)

Ore 17.10 – Andrea Spinello: “Pillon oltre ha sputare veleno contro il Padova, x non avere allungato il contratto,.e evidente che non ha tenuto in considerazione opportunità avuta, anche visto che era fermo da anni, e come ultima panchina era stato a Pisa, ,,,,esonerato dopo due settimane, e i curriculum non sono tutti rose e fiori, se ha Padova ha fatto bene deve il merito al preparatore atletico, x il resto dico che di belle partite ne ho viste in due occasioni contro il Pavia, e ha Mantova, il resto stendo un velo pietoso senza preetattica, sostituzioni fuori luogo, non rischia mai x vincere in trasferta manco a Piacenza, Cuneo,Bolzano ecc.x lui un pareggio in trasfertaera oro. ,non ha mai fatto rifiatare Altinier, Neto, manco quando erano loro stessi a volere il cambio. e stata una liberazione che se né sia andato o non abbia accettato, ,,,,,non è un vincente, ,,,,,,,,,non aggiungo altro, ha si, i giovani rimasti in panchina con la speranza di giocare, ,,,,,,,,meio perderlo che trovarlo uno così…….salve buon lavoro”

Ore 17.00 – Francesco Giglio: “Caro Dimitri ho la vaga impressione che per ogni calciatore ci vuole oltre un mese tra la scelta e la firma del calciatore , non sembra un po spropositato anche a te ? saluti francesco giglio”

Ore 16.50 – Andrea Bettella: “Buonasera Direttore, da mobile il suo sito è pericoloso. Se per errore si tocca un banners scarica in trenta secondi metà ricarica. Gentilmnte aspettiamo che questo sgradevole problema venga risolto. Complimenti invece per il vs lavoro. Grazie” (d.c. – Abbiamo verificato la tua segnalazione da diversi browser e dispositivi mobili. Se si verificasse nuovamente gentilmente segnalaci il banner e da quale dispositivo ti stai collegando e con qualche browser web”

Print Friendly

Commenti

commenti

About Staff Padova Goal

Controlla anche

Mailbox 24! Le vostre mail sempre in diretta

Le vostre mail sempre in diretta: clicca qui e aggiorna Ore 13.50 – Roberto A.: …