Mercato Padova, sondaggi di Como e Fano per Germinale. E occhio al Modena…


Due posti, forse tre, e cinque uomini a giocarseli. Dopo l’arrivo di Caio De Cenco, l’attacco biancoscudato è folto come non lo era mai stato: se il problema, per espressa ammissione del tecnico Brevi, non è di numero, purtuttavia una delle punte cambierà aria. Perché la concorrenza è tanta, i posti pochi. Ed è Domenico Germinale l’indiziato numero uno a lasciare Padova. Era noto ormai da tempo che sarebbe stato uno tra lui ed Alfageme ad andarsene nel mercato di gennaio. Gli ultimi giorni, in questo senso, parrebbero aver sciolto il dubbio: il giocatore trevigiano, nonostante il grande rapporto che lo lega all’allenatore, cementato in diversi anni di carriera, lascerà il club biancoscudato. La scelta, innanzitutto, si basa su riflessioni di natura tecnica: subentrando sempre negli ultimi minuti di gara, l’ex di Spal e Catanzaro non ha potuto essere incisivo come avrebbe voluto. Lottatore, pronto a spendersi per la squadra: di lui Brevi ha sempre apprezzato le qualità, ma non giocando mai dal primo minuto Germinale, l’anno scorso a Bassano, difficilmente può rendere in base a quelle che sono le sue peculiarità. A questo punto, dopo l’arrivo di De Cenco, diventa il quinto nelle gerarchie dell’attacco, il che significa che da qui in avanti sarebbe ancora più difficile per lui trovare spazio. Ecco allora la decisione di cercarsi un’altra sistemazione, visto che Luis Alfageme, negli ultimi giorni, avrebbe ribadito la propria disponibilità a rimanere in biancoscudato per giocarsi le sue carte.

[…]

Su Germinale sono già due le società che hanno puntato gli occhi. La prima è il Como, attualmente in lotta per un posto nei playoff del girone A di Lega Pro, formazione con la quale l’attaccante aveva già giocato per sei mesi nella stagione 2010-2011, in Serie C/1, arrivando dal Benevento. La seconda, invece, è il Fano, fanalino di coda nel girone del Padova. Il diretto interessato si sarebbe preso qualche giorno di attesa, per valutare tutte le ipotesi e decidere con calma la sua nuova destinazione, sperando magari che arrivi qualche altra offerta: chi potrebbe farci presto un pensiero, per esempio, è il Modena, il cui tecnico Capuano lo avrebbe voluto portare ad Arezzo dodici mesi fa.

(Fonte: Mattino di Padova, Francesco Cocchiglia. Trovate il resto dell’articolo sull’edizione odierna del quotidiano)

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

commenti

About Gabriele Fusar Poli

Controlla anche

Gubbio-Padova, Pagliari: “Per scalfire le certezze degli altri a volte basta un temperino…”

Queste le dichiarazioni dell’allenatore del Gubbio Dino Pagliari prima della partita con il Padova: “Il …

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com