Cordenons-Campodarsego, Masitto: “Siamo delusi e ci siamo guardati in faccia, ma ripartiremo”

Domani alle 14.30 il Campodarsego è atteso alla seconda trasferta consecutiva. In casa del Cordenons i biancorossi di mister Masitto cercano il riscatto dopo la sconfitta di Montebelluna, per ritrovare la vittoria e cancellare un inizio di girone di ritorno non certamente soddisfacente: il presidente Pagin, in settimana, ha chiesto un’inversione di tendenza alla squadra, che adesso deve rispondere sul campo. Queste le dichiarazioni del tecnico Cristiano Masitto alla vigilia del match.

Sulla settimana: “Siamo stati tutti delusi dalla sconfitta di domenica, è inutile negarlo. Ci siamo guardati in faccia, abbiamo parlato, e durante la settimana abbiamo lavorato sodo. Le migliori risposte bisogna darle sul campo, a partire dall’allenatore tutti devono dare qualcosa in più, ed è in momenti come questo che bisogna dimostrare di essere un gruppo, di avere attaccamento alla maglia e obiettivi comuni. Dobbiamo venirne fuori tutti insieme: nessun giocatore può pensare di poter risolvere la situazione da solo”.
Sul momento della squadra: “Nelle prime partite di questo girone di ritorno abbiamo trovato un calendario importante, in un momento per noi non del tutto favorevole. Abbiamo comunque colto una vittoria, a Belluno, due pareggi e una sconfitta: è proprio quella col Montebelluna, la sconfitta non doveva arrivare. Potevamo essere più fortunati, è vero, ma la fortuna bisogna andarsela a cercare. Cerchiamo di dare sempre il massimo, invertire la tendenza e far passare questo periodo rimanendo uniti senza avere sempre alibi. Si vince e si perde tutti insieme, e l’unico responsabile è l’allenatore”.
Sull’avversario: “Una squadra che fa della cattiveria agonistica la propria virtù, che ha dei valori e che sul proprio campo ha fatto soffrire chiunque. Credo sia la squadra migliore da affrontare in questo momento, perché può aiutarci a darci una svegliata”.
Sulla squadra: “Ci manca ancora Bedin, e anche Barbosa per un risentimento muscolare. E poi c’è Buson squalificato, a causa dell’ennesimo cartellino rosso, un problema che bisogna risolvere al più presto. Di queste prime gare tutti ricordano i risultati, ma non sempre ci ricordiamo di quante volte abbiamo perso perché siamo rimasti in inferiorità numerica: è successo col Mestre e col Montebelluna, è successo pure al Cordenons ad Abano la settimana scorsa, quindi cerchiamo di non metterci in difficoltà da soli”.

Print Friendly

Commenti

commenti

About Staff Padova Goal

Controlla anche

Mercato Campodarsego, nuovo arrivo a centrocampo: è Enrico Trento, ex Feltre

Il Campodarsego Calcio 1974 comunica di aver raggiunto l’accordo, in vista del prossimo campionato, con …

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com