Pallanuoto, la Lantech travolge Bogliasco e sbarca in finale: dettagli e dichiarazioni

PLEBISCITO-BOGLIASCO 9-3 (1-1, 1-1, 2-1, 5-0)
Lantech Plebiscito: Teani, Barzon 3, Ilaria Savioli 1, Gottardo 1, Martina Savioli 2, Queirolo, Millo, Dario 1, Galardi 1, Robinson, Nencha, Casson, Franceschino. All. Posterivo S.
Bogliasco Bene: Falconi, Zimmerman 1, Dufour 2 (1 rigore), Trucco, Millo, Maggi, Rogondino, Boero, Rambaldi Gudasci, Cocchiere, Frassinetti, Malara, Viacava. All. Sinatra.
Arbitri: Collantoni e Frauenfelder.
Superiorità numeriche: Padova 7/13, Bogliasco 1/9 + 1 rigore.
Note: ammoniti Posterivo (all. P.) e Sinatra (all. B) per proteste. Nessuna espulsa, e nessuna uscita per limite di finale.
Si parte con due occasioni in extraplayer fallite da entrambi poi, al termine del secondo tentativo in superiorità, passano le liguri con Dufour che prima tira sulla traversa e poi nel prosieguo dell’azione insacca nell’angolo opposto alla Teani (0-1). Gli attacchi restano poi bloccati fino a trenta secondi dal termine quando, alla quarta chance in extraman, Barzon insacca il pareggio (1-1).
Nel secondo si viaggia in linea al primo tempo. Al terzo minuto esce per fallo grave Galardi e Zimmermann capitalizza la quinta occasione in extraplayer girando da sotto dopo la conclusione delle compagne (1-2). La stessa attaccante australiana in ripartenza commette fallo grave e offre la veloce ripartenza biancorossa che Gottardo finalizza per il 2-2 di metà tempo.
Ancora tanti errori in superiorità numerica con occasioni fallite per entrambe. Al quinto minuto Dario commette fallo da rigore su Cocchiere. Dufour è fredda e spiazza Teani per il nuovo vantaggio biancoazzurro (2-3). Come in precedenza lo schiaffo sveglia il Plebiscito che si scuote passa ancora extraplayer e con Barzon (doppietta) pareggia sfruttando la decima chance in superiorità (3-3). E’ l’azzurra del Setterosa che prende per mano le compagne e ancora con l’uomo in più (espulsa Trucco) dà il primo vantaggio alle venete a 45 secondi dal termine (4-3).
Nel quarto tempo l’inerzia è per le campionesse d’Italia: prima Ilaria Savioli va in transizione sola soletta e fulmina la Falconi, e poi Dario insacca il quinto gol in superiorità numerica portando le venete al massimo vantaggio sul +3 (6-3). Il match è segnato perchè Bogliasco perde acqua mentre il Padova resta concentrato e passa ancora a metà tempo con Galardi che trasforma il sesto extraplayer (7-3). Alla festa del gol partecipa anche capitan Martina Savioli che, dopo i falli gravi di Dufour e Viacava, insacca la doppietta finale che chiude tabellino e match.
Stefano Posterivo:”Ci abbiamo messo molto per sbloccarci. Abbiamo avuto un inizio poco lucido e confusionario. Sul 3 a 2 per Bogliasco dovevamo reagire. Con il pareggio  3 a 3 ci siamo ripresi e con una scossa definitiva abbiamo avuto una bella reazione, ottenendo il vantaggio che ci ha permesso e di conquistando il risultato. Come dico sempre alle ragazze le semifinali bisogna vincere e non giocarle bene. Ora testa e cuore a domani”.
Print Friendly

Commenti

commenti

About Staff Padova Goal

Controlla anche

Mercato volley, la Kioene piazza il botto Nelli: “Con Travica diagonale di gran qualità”

E’ ufficiale: sarà Gabriele Nelli l’opposto della Kioene Padova per la prossima stagione di Superlega. …

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com