Pallanuoto, magica Lantech: terzo scudetto di fila per Padova, che trionfa a Rapallo


La giornata conclusiva alla piscina “Poggiolino” di Rapallo, sede della Final Six del trentareesimo scudetto femminile, si colora di biancorosso. La Plebiscito Padova – alla quarta finale consecutiva – centra il tris tricolore e batte 7-5 l’Ekipe Orizzonte Catania alla ventitreesima finale della storia con diciannove scudetti. Il successo non è mai stato in discussione con le patavine sempre avanti nel punteggio che ha visto un massimo divario di quattro reti (6-2 a metà quarto tempo).Poi la reazione catanese affidata alle mani esperte dell’olimpionica Tania Di Mario (tredici scudetti vinti), che con una doppietta ha onorato la finalissama tornado a giocarsi il tricolore dopo quattro anni, dall’ultima persa nel 2013 contro il Rapallo. Per Padova decisivi i gol di Barzon con la palomba del 6-2 e di Galardi del 7-4 che ha chiuso l’incontro a due minuti dal termine.Nella finale del terzo posto si impone la WP Messina battendo la RN Bogliasco 10-7. La partita riserva emozioni soprattutto nel finale quando le liguri, sotto di quattro reti dopo i primi due tempi, provano a rientrare nel match fino al 7-8 di metà quarto tempo con la rete dell’australiana Zimmerman. Poi la doppietta dell’azzurra Aiello, migliore marcatrice della partita con una tripletta, chiude definitivamente i giochi. La Waterpolo Messina stacca il pass europeo per la prossima stagione insieme a Plebiscito Padova ed Ekipe Orizzonte. Il Rapallo batte la RN Bologna per 8-6, vince lo spareggio playout e resta in serie A1. Le padroni di casa vanno sotto 5-4 alla fine del terzo tempo contro le felsinee trascinate dall’ispiratissima brasiliana Monteiro Abla, autrice di una quaterna. Nell’ultimo tempo il recupero e sorpasso delle liguri con Zanetta, bronzo iridato junior ad Auckland, che con quattro reti porta le compagne al successo.

Finale 1/2 posto

Plebiscito PD-L’Ekipe Orizzonte 7-5 tabellino
Plebiscito PD: Teani, Barzon 2, Ilaria Savioli 2, Gottardo, Martina Savioli 1, Queirolo, Millo 1, Dario, Galardi 1, Robinson, Nencha, Casson, Franceschino. Coach. Posterivo.
L’Ekipe Orizzonte: Jovetic, Sapienza, Garibotti 1, Eggens 2, Di Mario 2, Grillo, Palmieri, Marletta, Santapaola, Aiello, Riccioli, Lombardo, Schillaci. Coach. Miceli.
Arbitri: Collantoni, Castagnola
Note: parziali 2-1, 2-1, 1-0, 2-3. Spettatori 700 circa. Un minuto di raccoglimento in memoria della signora Ada, madre del tecnico del Padova Posterivo. Superiorità numeriche: Padova 2/10 + 1 rigore, Catania 3/11 1 rigore (parato da Teani e fallito da Garibotti).. Ammonita Miceli (all. C) per proteste nel terzo tempo. I. Savioli (P), Robinson e Dario (P) fuori per tre falli nel quarto tempo.

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

commenti

About Staff Padova Goal

Controlla anche

Volley, al via la stagione della Kioene con la prima a Perugia: e in banda c’è anche Koprivica

Rinforzo in banda per la Kioene Padova. Già dalla prima sfida esterna di regular season …

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com