Teramo-Padova, De Risio: “Se siamo cattivi il giusto è difficile farci gol! E personalmente…”


«Sicuramente posso fare molto di più». Nella sfida vinta con il Sudtirol Carlo De Risio ha ritrovato un posto nell’undici di partenza, a distanza di cinque gare dal debutto in campionato del Padova con il Renate in cui il centrocampista era partito titolare.

[…]

«Si vorrebbe sempre giocare bene ma il fatto è che può capitare che questo non succeda, che si possa essere fuori partita o in giornata no, il tutto senza che ci sia per forza una specifica motivazione. L’importante è dare il cento per cento e che alla fine sia arrivato il risultato voluto con una prestazione collettiva positiva contro un avversario organizzato e forte fisicamente». E del resto le occasioni per tornare sui suoi standard non gli mancheranno; già sabato nell’anticipo a Teramo, anche alla luce delle defezioni previste in mediana, potrebbe toccare nuovamente a lui: «Siamo tutti competitivi, questo gruppo è solido e coeso e accettiamo qualunque scelta, sapendo che nell’arco del campionato ci sarà spazio per ognuno di noi; ecco perché è importante farsi trovare pronti».

[…]

In avvio di stagione De Risio è stato utilizzato da Bisoli davanti alla difesa, poi, con l’arrivo di Pinzi, ha svolto le mansioni di mediano incontrista o mezzala: «Nel primo ruolo mi trovavo sicuramente bene per cui, dovessi scegliere, mi piacerebbe un po’ di più, ma anche nella scorsa stagione ho fatto la mezzala per cui non c’è problema».

[…]

E per festeggiare il quinto sigillo ci vorrà ancora il migliore Padova: «Giocheremo in un campo in sintetico più veloce del solito a cui non siamo abituati. Sarà fondamentale l’approccio alla gara e, come sempre, non dovremo peccare in concentrazione per evitare sorprese». Riprendendo il confronto con il passato torneo, la fase difensiva anche quest’anno sembra uno dei punti di forza della squadra: «Viene premiato un lavoro complessivo, a partire dal sacrificio degli attaccanti; si corre tutti e gli avversari faticano a rendersi pericolosi. Se siamo cattivi il giusto, è difficile farci gol. Anche un anno fa, comunque, la squadra era competitiva e lottava per vincere. Per questo ritengo sia ancora presto per parlare di primati, di favoriti o di altre cose. Come dice Bisoli, cancelliamo i quattro successi e ragioniamo di gara in gara».

(Fonte: Gazzettino, Andrea Miola. Trovate il resto dell’articolo sull’edizione odierna del quotidiano)

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

commenti

About Gabriele Fusar Poli

Controlla anche

Gubbio-Padova, Pagliari: “Per scalfire le certezze degli altri a volte basta un temperino…”

Queste le dichiarazioni dell’allenatore del Gubbio Dino Pagliari prima della partita con il Padova: “Il …

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com