Calcio a cinque, la Luparense riparte: battuto il Cisternino 5-2!


Non abbiamo una palla di vetro per vedere come si concluderà questa stagione, ma siamo certi che questa vittoria ha un peso specifico diverso dalle altre. Non per i punti in palio, nemmeno (o meglio, non solo) ai fini della classifica con un girone di ritorno ancora da giocare. Ma per il morale, per lo spirito del gruppo, un gruppo coeso che ha reagito come meglio sa fare: sul campo da gioco. Il passato, sul quale non torneremo più, è alle spalle e non è solo una frase di circostanza: il 5-2 con cui la Luparense esce vittoriosa dal PalaWojtyla contro il Block Stem Cisternino, nel match dell’undicesima giornata, è un’iniezione di fiducia e di adrenalina.

Aveva detto bene alla vigilia Marin: «E’ arrivato il momento di alzare la testa» e così è stato. Cinque marcatori diversi a sugellare una prova di gruppo corale. Prima sconfitta per la squadra pugliese e la dice lunga sull’importanza di questi tre punti che porta la squadra di San Martino a 22 punti, in quarta posizione.

Primo tempo

I padroni di casa passano subito in vantaggio dopo due minuti e mezzo di gioco: sul lato destro dell’area, rapida giocata con la suola di Josiko che va via a Mello il quale prova a recuperare la posizione con una scivolata, ma finisce per atterrare il numero 7 in area: calcio di rigore che viene trasformato da Franklin.
La reazione della Luparense, però, è pregevole e immediata e porta la solita puntuale firma di Taborda: azione iniziata proprio dall’argentino, al 5′, che recupera palla dai piedi di Punzi, rapido “uno-due” con Rafinha che serve un preciso pallone di ritorno proprio mentre De Simone prova a intercettare uscendo dai pali. Ma nulla da fare perché Taborda riceve la sfera e fa 1-1.
Il gol del sorpasso della Luparense è un autentico siluro capolavoro di Ramon, l’uomo assente nella terza partita di Uefa Futsal Cup contro il Gyor. Al 10′, riceve palla da rimessa laterale, si trova sulla corsia di destra, gioco di gambe per superare De Matos e poi il brasiliano non ci pensa su due volte e lascia partire una sassata che si incunea in una fessura.

Secondo tempo

I secondi 20 minuti vedono nuovamente il Cisternino partite meglio degli avversari. Anche qui una bordata da fuori area, stesso angolino alto centrato da Ramon. Autore, però, è Fabinho che impiega due minuti per rimettere la partita in parità sul 2-2. Ma la Luparense non ci sta e da qui in poi inizia a creare azioni su azioni, De Simone viene chiamato in causa per un paio di interventi fondamentali, ma non può nulla sul 3-2 al 7′ siglato da Honorio dopo una rapida e fortunata azione corale. Il 4-2 porta tutta voglia di Ramon di non mollare di un centimetro e di non accontentarsi: sette minuti dopo, al 14′, De Simone sbaglia il passaggio in impostazione, la palla potrebbe uscire in fallo laterale, ma si avventa Ramon che tiene palla in gioco, procede spedito sulla corsia di destra e poi serve al centro Rafinha ch da buona posizione fa passare la sfera sotto il portiere del Cisternino e fa 4-2.
Il quinto gol della Luparense è la cigliegina sulla torta che serviva tantissimo per chiudere il match con sorriso: al 19′, Block Stem Cisternino è con il portiere di movimento, Fabinho prova la conclusione, debole, bloccata da Miarelli che non ci pensa su due volte e calcia a rete. Fiato sospeso al palazzetto con la palla che si insacca in rete, chiudendo i conti della sfida.

Prossimo match per la Luparense, in casa sabato 2 dicembre contro il Feldi Eboli.

Tabellino

BLOCK STEM CISTERNINO-LUPARENSE 2-5 (1-2 p.t.)
BLOCK STEM CISTERNINO: De Simone, Bruno, Josiko, Franklin, Fabinho, Punzi, De Matos, Papapietro, Pina, Eduardo, Sicilia, Caramia. All. Basile

LUPARENSE: Miarelli, Ramon, Honorio, Rafinha, Mello, Duric, Drago, Lara, Revert Cortes, Taborda, Jefferson, Leofreddi. All. Marin

MARCATORI: 2’30” p.t. rig. Franklin (C), 5′ Taborda (L), 10′ Ramon (L), 2′ s.t. Fabinho (C), 7′ Honorio (L), 14′ Rafinha (L), 19′ Miarelli (L)

AMMONITI: Taborda (L), Bruno (C), Fabinho (C), Lara (L), Mello (L), Franklin (C)

ARBITRI: Ferruccio Prisma (Crotone), Michele Caprioli (Venosa) CRONO: Marco Villanova (Bari)

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

commenti

About Staff Padova Goal

Controlla anche

Calcio a cinque, la Luparense si ferma sul più bello: sfuma incredibilmente la Final Four di Uefa Futsal Cup

Fa male. Così fa tanto male. A un passo da una qualificazione storica, dopo due …

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com