Tamai-Campodarsego, Fonti prova a stupire ancora: obiettivo vetta!


Tamai-Campodarsego: la vigilia.
Messa in archivio la doppia sfida casalinga, che ha portato due roboanti vittorie contro Mantova ed Este, il Campodarsego domani alle 14.30 si rituffa nel campionato ed affronta la trasferta a Tamai. Campo difficile, quello della squadra in passato allenata anche dall’attuale tecnico dei biancorossi: a tre gare dalla chiusura del girone d’andata, il Campodarsego deve stringere i denti di fronte a qualche infortunio pesante, e concludere la prima metà di stagione con il ritmo elevato mantenuto negli ultimi due mesi. Queste le dichiarazioni dell’allenatore Gianfranco Fonti alla vigilia del match.

Sulla partita: “Il Tamai gioca con un 4-3-3 che può contare su diverse frecce: dalla fisicità, alle palle inattive, fino allo sfruttamento della velocità di Alcantara. Io credo che sarà una partita aperta, nella quale dovremo essere bravi a chiudere i loro punti di forza e a mettere in campo le nostre armi. Spero che i miei riescano a fare un’altra gara sulla stregue delle ultime uscite: Tamai è da sempre un campo di battaglia, dovremo avere la capacità anche di soffrire”.
Sull’avversario: “Sicuramente il Tamai ha giocatori importanti, partendo ovviamente da Maccan che rimane un bomber di razza a cui dovremo stare molto attenti. Una squadra importante, e un campo che è sempre stato difficile per qualunque formazione. Ma se noi vogliamo andare avanti per la nostra strada, dobbiamo fare il meglio che possiamo, con la giusta concentrazione e la voglia di portare avanti un concetto: quello di essere protagonisti in questo campionato. Per riuscirci, servono le vittorie. Passare su un campo come Tamai sarebbe un altro test in grado di darci grande fiducia per il futuro”.
Sulla squadra: “Abbiamo ancora qualche problemino di troppo. Non ci sono Pietribiasi, Marcolini e Sanavia, che spero di ritrovare all’inizio del girone di ritorno, e in settimana si è fermato Dalla Vedova. Di contro, il nuovo acquisto Granzotto è già a disposizione, lo conosco bene avendolo allenato già a Montebelluna e so quello che mi può dare, sia da esterno che da difensore centrale. Chi ha giocato domenica scorsa c’è, e la risposta con l’Este è stata importante: abbiamo giocatori di qualità, che sanno mettersi a disposizione. Il segreto è la capacità fare gruppo di questi ragazzi, di unirsi per un obiettivo comune: tutti hanno dato qualcosa in più, soprattutto nei momenti in cui mancavano alcuni compagni. Questo dimostra il grande spirito dello spogliatoio”

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

commenti

About Staff Padova Goal

Controlla anche

Serie D, marcia trionfale del Campodarsego: abbattuta anche l’Adriese!

Il Campodarsego prosegue la sua cavalcata, battendo l’Adriese allo stadio Gabbiano e conquistando così la …

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com