Editoriale

“Pronto? Guarda che prendono De Poli!” Due anni sull’ottovolante e…

Un editoriale Fabrizio De Poli lo merita. Perché lascia la poltrona di direttore sportivo un dirigente mai banale, uno che, quando il mondo del calcio lo aveva “rinnegato” era persino finito a vendere casse da morto in Cina. Me lo raccontò in un pomeriggio di novembre, pioveva ma faceva caldo, era il clima giusto per le confidenze. Nessuna vergogna, ci …

Continua a leggere

De Poli ormai al capolinea: prospettive ed effetti collaterali

Le ultime notizie che rimbalzano da Radio Mercato non lasciano spazio a troppi dubbi. Fabrizio De Poli, salvo sorprese al momento non prefigurabili, è arrivato al capolinea della sua esperienza padovana. Una decisione sofferta, quella maturata ai vertici del club di viale Nereo Rocco, conseguenza di tantissime situazioni, note e meno note, che hanno progressivamente incrinato il rapporto di fiducia …

Continua a leggere

C’è già chi ha vinto: Pillon

36 punti in 18 partite, una media di 2 messi in cassaforte ogni match disputato. Proiettando  questo ruolino di marcia sull’intera stagione, si arriverebbe a 68. Guardate la classifica attuale del girone A e fate un po’ i vostri conti… Ovviamente è un discorso portato all’eccesso, ma che Giuseppe Pillon abbia un marchio da promozione è ormai sotto gli occhi …

Continua a leggere

Segnali in codice

Segnali in codice. Di quelli da decodificare con prontezza e rapidità. Il Padova ai playoff è una possibilità ancora remota, per quelli che sono i numeri e le tracce disseminate lungo il percorso. A scorrerli, i numeri, verrebbe da rispondere che no, gli spareggi promozione non sono e non saranno cosa biancoscudata. Il perché è presto spiegato: il Padova ha …

Continua a leggere

Vittoria meritata, ma con qualche ombra: gli episodi nel calcio sono decisivi

Le considerazioni che, di getto, mi verrebbe da fare su Padova-Cittadella sono tre. La prima: il Cittadella è più forte e merita vittoria e primato. La seconda: se una squadra è più forte e negli episodi le gira quasi sempre tutto a favore, diventa quasi impossibile batterla. La terza: Pillon ha evidenti responsabilità nel ko di ieri all’Euganeo, il primo …

Continua a leggere

Il guado

Se c’è una minima speranza di riagganciare il treno playoff (che personalmente ritengo difficilmente raggiungibile per una serie di motivi) questa passa per domenica all’Euganeo. Padova-Cittadella non può essere una partita come le altre. Passano gli anni e i granata sono sempre lì, a combattere in prima linea. Trovo molte analogie fra la retrocessione del Chievo del 2007 e quella …

Continua a leggere

Eppure i playoff non sono così lontani….

Si chiude (finalmente) il mercato invernale. Come ogni sessione caratterizzata da una tempistica assurda ed extralarge e con trattative che di fatto vanno avanti due mesi senza che si arrivi a qualcosa di tangibile, per poi improvvisamente decollare l’ultimo giorno. Anzi, nelle ultime cinque ore, in perfetto stile italico. Qua e là si raccolgono i giudizi più disparati e Padova …

Continua a leggere

Il salto di qualità

Cosa chiedono i tifosi al Padova da qui a fine stagione? Captando qua e là gli umori della gente, la mia impressione è che, nonostante molti abbiano compreso che l’attuale stagione difficilmente porterà la squadra a giocarsi l’accesso ai playoff, si chieda il salto di qualità. Perché l’atmosfera allo stadio dopo lo 0-0 con la Reggiana era quasi di rassegnazione: …

Continua a leggere

Da Parlato a Pillon: storia di una settimana ad alta tensione. Ma adesso…

Domanda a bruciapelo. Perché Carmine Parlato è stato esonerato? 1) Perché i risultati gli hanno dato torto (dopo un buon inizio sono arrivati sette punti e una sola vittoria in nove partite) e da che mondo è mondo in qualsiasi realtà calcistica i risultati hanno fatto, fanno e faranno sempre la differenza; 2) Perché la campagna acquisti è stata condotta …

Continua a leggere

Involuzione e caos, le spiegazioni sono complesse: ma ci sono

Partiamo da un presupposto: scaricare tutte le colpe dell’attuale situazione del Padova su Carmine Parlato, oltre che ingeneroso, sarebbe fuorviante. La caduta, lenta ma inesorabile, verso i bassifondi della classifica, ha spiegazioni complesse, ma tutto sommato lineari. L’allenatore ci ha messo molto del suo, ma non è l’unico colpevole. In estate scrivevo: occhio, perché i successi di una squadra dipendono …

Continua a leggere

Caso Amirante, un errore che non potrà non avere conseguenze. E quel durissimo sfogo di Bonetto…

Difficile pensare che quanto accaduto ieri sera a Pavia nel caso della sostituzione di Nicola Petrilli con Salvatore Amirante, non inserito nella lista dei 24 giocatori consegnata alla Lega Calcio a inizio stagione, non abbia conseguenze. La figura fatta al Fortunati è stata, nella migliore delle ipotesi, poco edificante e coinvolge tutto lo staff tecnico biancoscudato. A cominciare dal direttore …

Continua a leggere

Uno sguardo (indiscreto) dietro le quinte: per scoprire che…

Cominciamo subito con un chiarimento: Carmine Parlato non è a rischio esonero. In società c’è fiducia nel suo lavoro, ma è chiaro che c’è modo e modo di perdere e contro SudTirol e Cittadella il Padova ha perso male. Molto male. Ulteriore chiarimento: se anche nelle prossime partite non si dovessero intravedere reazioni significative da parte della squadra, la situazione …

Continua a leggere

Cittadella-Padova, il video editoriale del lunedì sulla nostra pagina Facebook

Il punto del lunedì sulla nostra pagina Facebook con il video editoriale del nostro direttore Dimitri Canello, affiancato da Gabriele Fusar Poli e Andrea Pistore. Seguiteci e regalateci un “mi piace”

Continua a leggere

Ancora sullo stadio: e quel “calcio minore” di Filippo Corsini…

Visto che, più che a quello che accade sul campo, la discussione in città verte ancora sulla questione stadio, porto ulteriori dati a corredo del mio punto di vista espresso già in un precedente editoriale. E riporto una frase dell’intervista raccolta qualche giorno fa da Andrea Pistore al celeberrimo conduttore di “Tutto il Calcio Minuto per Minuto” Filippo Corsini. Parlando …

Continua a leggere

Euganeo, Plebiscito, nuovo stadio: qualche dato in mezzo a tanti sproloqui

L’argomento più caldo a Padova e dintorni: lo stadio. Euganeo, Plebiscito, nuovo stadio, vecchio stadio, e chi più ne ha più ne metta. Se ne dicono e se ne scrivono di tutti i colori e, ancora una volta, molti conti non tornano. Ognuno dice la sua, c’è chi sproloquia, chi pensa di essere a Milano o a Roma e magari …

Continua a leggere

Griglie, abbonamenti, stadio, squadra: uno sguardo (interessato) al futuro

Quattro punti in due partite. Molto, se si considerano il ko di Coppa Italia col Pordenone e le inquietudini che hanno preceduto il via ufficiale al campionato. Molto, se si considera il livello medio del Girone A della Lega Pro 2015-2016, dove almeno otto-nove squadre possono ambire ai primi quattro posti della classifica e dove anche la metà bassa della …

Continua a leggere

Un piccolo passo

Un piccolo passo. Ancora un piccolo passo per completare una rosa che, così com’è, è competitiva, ma a cui manca qualcosa (non molto) per poter ambire a un campionato di vertice. Ecco un’analisi sommaria post-ferragostiana dopo la prima ufficiale di Coppa Italia. Il Padova visto a Mantova per 60 minuti mi ha fatto davvero una buona impressione, poi è calato: …

Continua a leggere

Calcio d’estate

Calcio d’estate. Si segna, si sogna, si compra, si vende, si prova, si gioca, si corre, si suda. In attesa delle partite, quelle vere, che metteranno punti veri in palio. Calcio d’estate: si costruisce, si aggiusta, si rifinisce, si studiano alternative, si va in ritiro sui monti, si torna in pianura. E c’è tanto mercato, in mezzo ai sogni sotto …

Continua a leggere

La rivoluzione (obbligata)

E rivoluzione (obbligata) sarà. I primi vagiti del mercato estivo del Padova vanno tutti in un’unica direzione: cambio drastico rispetto alla passata stagione, conferme limitate a chi ha davvero nelle corde il doppio salto di categoria, lungo percorso verso la (ri)costruzione della squadra che tenterà l’arrembaggio ai piani alti della Lega Pro unica. Sì, perché in troppi, sull’onda dell’entusiasmo per …

Continua a leggere

Cittadella: fine di un’epoca, ma non è tutto da buttare

Non può non meritare un editoriale un evento così importante come la retrocessione in Lega Pro del Cittadella maturata venerdì al Tombolato dopo il ko col Perugia. Confesso che fino all’ultimo ero convinto che ci sarebbe stato un colpo di coda, abituato com’ero stato in questi anni a clamorose rimonte nel girone di ritorno e soprattutto in Primavera. Ora che la …

Continua a leggere
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com