ArziChiampo-Padova, previsto il “tutto esaurito” domenica: circa 800 i posti riservati ai tifosi biancoscudati, ma…

Condividi

Se non sarà sold out, poco ci mancherà. Da una parte una delle rivelazioni di questo inizio di campionato, dall’altra la sempre vittoriosa capolista: c’è grande attesa per la sfida che vedrà l’Union ArzignanoChiampo fronteggiare il Padova. Teatro della contesa sarà lo stadio “Dal Molin” di Arzignano. E nella testa del tifoso medio biancoscudato nasce spontanea la domanda che caratterizza ormai ogni trasferta: ci sarà spazio per tutti i sostenitori del Padova che vorranno percorrere i 55 chilometri che dividono la città del Santo dal comune in provincia di Vicenza?

Un dubbio più che legittimo, ed a cui daremo una risposta quasi certa. “Quasi” per molteplici motivi, in primis quello legato alla capienza. In questi giorni si è difatti parlato di massimo 1.200 spettatori, in quanto l’impianto di Arzignano è dotato di un’unica tribuna coperta divisa in due spicchi rispettivamente da 800 e 400 posti (come si evince dalla foto tratta dal sito ufficiale del club). Così fosse, dunque, il settore più capiente sarebbe ovviamente riservato ai supporter biancoscudati, che – alla luce dei dati relativi alle prime tre trasferte – andrebbero a riempirlo in ogni ordine di posto.

Stadio ArziChiampo2

E se non bastasse? La soluzione è già pronta: domani pomeriggio, infatti, è in programma presso la Questura di Vicenza una riunione a cui parteciperanno anche i presidenti delle due società, ovvero Lino Chilese e Giuseppe Bergamin. E tra le ipotesi al vaglio vi è quella di concedere in via del tutto eccezionale ulteriori biglietti. A tal proposito l’edizione odierna de “Il Gazzettino” parla di cento tagliandi extra, i quali però potrebbero anche essere raddoppiati in quanto stando alla scheda presente nel sito ufficiale del comune di Arzignano la tribuna coperta dello stadio “Dal Molin” avrebbe 1.400 posti a sedere ma la capienza totale dell’impianto arriverebbe addirittura a 2.000 posti.

Bisognerà dunque vedere quali decisioni verranno prese nelle prossime riunioni, anche se il presidente dell’ArziChiampo Lino Chilese appare più che disposto a trovare una soluzione che soddisfi la tifoseria biancoscudata, come si evince dalle dichiarazioni da lui rilasciate al “Giornale di Vicenza”: «È un evento storico per la vallata, e proprio per questo stiamo lavorando per far sì che ci sia l’accoglienza migliore».

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

commenti

About Gabriele Fusar Poli

Controlla anche

Padova, nasce il Coordinamento tifosi padovani “Appartenenza biancoscudata”

Riceviamo e pubblichiamo Lunedì 3 agosto si sono riuniti esponenti dell’Aicb a titolo personale e …


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com