Editoriale

Le macerie di Sogliano (e non solo) e le similitudini con il 2012

Sarà bene parlare chiaro, perché a volte la chiarezza è necessaria per comprendere lo stato delle cose. Ci sono direttori sportivi che sono una sciagura per i club dove passano. Basti pensare, per esempio, a Rino Foschi, che ovunque sia andato dietro di sé ha lasciato macerie, contratti capestro e situazioni pre-fallimentari. Esempi? Verona, Padova, Cesena, Palermo, dopo il suo …

Continua a leggere

Il tradimento degli eterni secondi

Eccola, l’ennesima delusione e l’ennesima opportunità mancata. Sembrava poter essere l’anno buono per il Padova, a caccia di una promozione in Serie B che nella gestione Oughourlian è sempre sfuggita nonostante le ingenti risorse messe sul piatto. E dire che la stagione pareva aver assunto le sembianze di qualcosa in cui tutto si incastrava nel posto giusto al momento giusto. …

Continua a leggere

L’ultimo scatto

Ci sono due possibili modi di reagire a una sconfitta. Una sconfitta dura , pesante, che oggi fa pendere l’ago della bilancia dei pronostici in direzione Palermo, che mette malumore, che aumenta la tensione. Ma che non significa: «È finita». La prima: continuare a scandagliare all’infinito le immagini video del gol fantasma di Cosimo Chiricò di domenica sera, gridare allo …

Continua a leggere

Con difetti. Ma con chance intatte a di farcela

Partiamo da due assiomi: 1) La Juventus Under 23 era un osso durissimo; 2) ai playoff bisogna dimenticarsi che esistano partite facili, non perché piaccia parlare o scrivere per frasi fatte, ma perché effettivamente è così. È una storia nuova, tutto quello che è stato fatto prima si azzera, o quasi. E gli esempi sono innumerevoli, a tutte le latitudini. …

Continua a leggere

Oddo-Mirabelli, avanti tutta: la cinquina che fa sperare

Non ci sono ancora verdetti definitivi, ma della nuova gestione Mirabelli – Oddo cominciano a intravedersi segnali chiari. Di quello che potrebbe essere da qui a fine stagione, con o senza i playoff. Il neo direttore sportivo, chiamato al capezzale del Padova a mercato di gennaio in corso, in una settimana ha ottenuto due grandi risultati. Ha venduto al Sassuolo …

Continua a leggere

Un febbrone da cavallo

Il termometro del tifo biancoscudato non è mai stato così caldo da tre anni a questa parte. Un febbrone da cavallo, alimentato da fischi e insulti allo stadio dopo il pari interno col Legnago, contestazione a fine partita , stilettate precise alla società dagli ultras in uno striscione diretto e inequivocabile in mattinata. Per gli standard di Padova, una tifoseria …

Continua a leggere

Alle radici di una rottura

Non è un fulmine a ciel sereno, quantomeno nella sostanza. Perché il divorzio fra Sean Sogliano e il Padova era nell’aria da tempo, diciamo da un paio di mesi. I primi motivi di attrito con la proprietà sono da ricercarsi nella riduzione del budget avvenuto in estate. Un budget, questo vorrei sottolinearlo con forza, sicuramente inferiore rispetto allo scorso, ma …

Continua a leggere

Il nemico

Il grande nemico del Padova che duella di sciabola e di fioretto nel marasma infernale della C è prima di tutto al suo interno. Detto una volta, vale la pena ribadirlo. Basti vedere la reazione della piazza al pareggio di Sesto San Giovanni contro l’ultima in classifica, una di quelle partite che a fine anno può fare la differenza in …

Continua a leggere

Un solo possibile obiettivo

Una campagna acquisti scoppiettante nonostante la riduzione del budget certificata dai fatti, un inizio di stagione promettente, un solo possibile obiettivo inquadrato nel mirino: la Serie B. Il Padova si presenta ai nastri di partenza della nuova stagione con sei punti in cassaforte nelle prime due giornate, una squadra rinnovata con intelligenza e coperta in tutti i reparti e con …

Continua a leggere

Pavanel, un nuovo inizio e un’occasione per due

Il primo impatto con la realtà padovana di Massimo Pavanel è stato confortante. Certo, all’inizio tutto sembra luccicare e la voglia di ripartire, soprattutto dopo una batosta come quella di Alessandria, fa passare in secondo piano tutto il resto. Pavanel, però, a parere di chi scrive si è presentato bene. Padova già l’aveva assaggiata da giocatore e qualcosa di umori, …

Continua a leggere

Perché il Padova ha perso la B

Quando ti trovi due volte a un passo dal traguardo e per due volte fallisci è difficile accettarlo. E’ difficile, frustrante, avvilente, più che mai in una piazza che da tempo non ha pace, vive pochissime gioie, circoscritte in un perimetro assai limitato e che non riesce a lasciarsi alle spalle una palude ormai abituale, quella della Serie C. Ci …

Continua a leggere

La risposta migliore

Nessun dubbio, nessuna esitazione. Questo 3-1 con cui il Padova si riprende la scena dopo il beffardo epilogo della volata per il primo posto con il Perugia, è un segnale chiarissimo alla concorrenza, a se stessi, a tutto l’ambiente. Era difficile immaginare uno scenario chiaro per la trasferta di Meda contro un Renate primo in classifica per tutto il girone …

Continua a leggere

Mano

Un sabato peggiore di quello vissuto dal Padova era difficile immaginarlo. Prima i risultati della concorrenza che non molla di un centimetro e le vittorie di Südtirol e Perugia contro le due veronesi, poi l’infortunio di Ronaldo nel riscaldamento di Triestina – Padova, quindi la sconfitta del Rocco con un gol che le immagini hanno dimostrato essere stato segnato di mano …

Continua a leggere

L’allungo

I cinque giorni più importanti della stagione del Padova si sono consumati da mercoledì scorso ad oggi. Tutti i migliori risultati possibili che si attendevano al quartier generale biancoscudato si sono concatenati uno di seguito all’altro. Prima il successo di Verona al 95′ con un rigore cercato e trovato da Ronaldo, ancora una volta decisivo. Poi la vittoria nello scontro …

Continua a leggere

Il massimo sforzo (e un rischio)

La prima considerazione che si può fare commentando la fine della sessione invernale del calciomercato del Padova è che mai è stato messo in campo, da diversi anni a questa parte, un simile spiegamento di forze economico e gestionale per conquistare la promozione. Tanto per capirci: siamo a livelli ben diversi rispetto a quanto fatto nella stagione 2017-2018, l’anno dell’ultima …

Continua a leggere

Un attacco atomico e una scommessa tattica

Per capire la forza dell’attacco messo a disposizione di Andrea Mandorlini da Sean Sogliano basterà ricordare questo dato: lo scorso anno i primi due marcatori del Girone B del campionato di Serie C furono Tommaso Biasci, 14 gol e Daniele Paponi, 13. Con una prima linea che, praticamente senza i gol di Paponi, già prima dell’arrivo di Biasci era la …

Continua a leggere

Il pagellone di fine anno

Siamo giunti alla fine del 2020 ed ecco il pagellone di fine anno del Padova Minelli 6 macchia una stagione positiva con un’ultima partita da film horror a Torino contro la Juventus Under 23 Vannucchi 5,5 Qualche buon intervento, ma anche qualche passaggio a vuoto. Deve ancora dimostrare di essere realmente un portiere per una squadra che vuole la promozione Cherubin …

Continua a leggere

Il peso delle parole

Nelle parole di Simone Della Latta, il miglior giocatore del Padova in questo inizio di campionato, c’è tutta la sconfitta incassata domenica a Salò. Un campo stregato, il Turina, mai violato prima d’ora con una tradizione negativa che si rinforza anche dopo la partita di domenica. Ci sono diversi spunti che emergono dalle parole di Della Latta. Primo fra tutte: …

Continua a leggere

La giusta rotta

La partenza flop, con la sconfitta intera subita dall’Imolese e il pari di Fano, è già un ricordo. Il Padova si è messo a correre e il merito è anche di Andrea Mandorlini, che ha rivisto le sue convinzioni correggendo prima di tutto la disposizione del centrocampo. Dentro Saber, Ronaldo e Hallfredsson sempre più in antitesi l’uno all’altro e Della …

Continua a leggere

Perché la partenza è stata un flop

Perché il Padova, dopo un precampionato più che dignitoso e con diversi spunti positivi, ha perso con l’Imolese? Cosa non va in questa squadra? Perché il campionato è partito così male? Interrogativi che si susseguono fra i tifosi dopo il ko interno con l’Imolese, che ha subito spento la positività che si era creata dopo la buona prestazione con la …

Continua a leggere

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com