Clodiense-Padova, Ferretti: “Voglio segnare il gol che decide il campionato! E domani a Chioggia…”


Fonte: Mattino di Padova, Francesco Cocchiglia

[…]

E in assenza di Cunico (ieri ancora a parte) e Zubin (che forse andrà in panchina) si spalanca l’idea del tris Ilari-Amirante-Petrilli dietro al grande “ex”, Gustavo Ferretti. Un altro che a Chioggia, così come Busetto, si sente quasi di casa: «Ci ho giocato già diverse volte, è sempre bello tornare in quello stadio», ammette l’argentino. «Mi sarebbe piaciuto vedere queste due tifoserie l’una di fronte all’altra: ricordo il “Ballarin” gremito da quasi quattromila tifosi contro l’Itala San Marco, e non lo posso dimenticare. Invece, non ci saranno tanti padovani, visto che lo spazio è poco, mentre i chioggiotti come al solito staranno a casa. Si è persa una bella occasione…». L’entusiasmo per il calcio a Chioggia è ormai ridotto all’osso: anche nelle ultime ore i reduci della vecchia Clodia Sottomarina si sono fatti sentire, invitando la città e i tifosi di una volta a disertare lo stadio domani: «E hanno ragione», chiosa Ferretti. «Loro con questa società non c’entrano nulla, sarebbe come chiedere ai tifosi del Padova, dopo il fallimento della loro squadra, di diventare di colpo tifosi del San Paolo. La Clodiense e il Clodia Sottomarina non sono la stessa cosa, non sta a loro difendere i colori di questa società».

Lui, Ferretti, domani potrebbe tornare ad indossare la maglia da titolare, Parlato permettendo. Ha un sogno, dopo la stagione vissuta fin qui, e non lo nasconde: «Ho sognato un finale da protagonista, e se finora il sogno era quello di tornare a star bene, e poter dare una mano a questa squadra, ora che il primo obiettivo l’ho raggiunto, il desiderio più grande sarebbe quello di segnare il gol che decide il campionato». Quando? «Contro il Kras, o magari contro il Legnago, facendo un po’ di conti. L’importante è che il gol decisivo non arrivi all’ultima giornata con l’Altovicentino: prima chiudiamo la questione, e meglio è». Due calcoli: per festeggiare le promozione contro il Legnago, il Padova deve vincere le prossime tre gare e l’Altovicentino perdere qualche punto per strada. Il che è possibile solo a patto che domani, a Chioggia, si parta con il piede giusto.

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

commenti

About Gabriele Fusar Poli

Controlla anche

Padova-Imolese, Fazzi: “Bravi a trovare l’episodio giusto! E ora pensiamo alla Reggiana…”

Queste le dichiarazioni rilasciate da Nicolò Fazzi al termine di Padova-Imolese: “È stata una bella …


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com