Tennis, Gaio in semifinale al Team Challenger Città di Padova. KO Giannessi

Condividi

Giornata di quarti di finale del “2001 Team Challenger – Città di Padova”, torneo dotato di 50,000$ di montepremi più ospitalità in corso di svolgimento sui campi in terra rossa del Centro Sportivo 2000. Ha sorpreso tutti, per solidità, potenza e concretezza, Federico Gaio, che dopo la convincente prova di ieri con Volandri, si è confermato quest’oggi nel più probante test con l’esperto spagnolo Ruben Ramirez-Hidalgo. Letteralmente dominato il primo set, in cui l’azzurro ha ceduto solamente un punto al servizio negli otto totali persi nel parziale. Maggiore equilibrio ad inizio secondo, quando l’iberico ha provato, con fatica, nel suo gioco fatto di corsa e traiettorie alte, a rimanere a ruota del numero 250 del mondo. Poco da fare quest’oggi per il trentasettenne di Alicante, di fronte ad un Gaio apparso inattaccabile al servizio: ben dieci gli aces messi a segno, con una resa superiore al novanta per cento di punti con la prima. Finisce 6-0 6-3 per il faentino in meno di un’ora di partita: per l’azzurro, proveniente dalle qualificazioni, si tratta del miglior risultato stagionale a livello Challenger. Tra lui e la seconda finale in carriera ci sarà adesso però lo spagnolo Albert Montanes, vittorioso nel match che ha aperto il programma sul Centralino con il cileno Podlipnik-Castillo per 7-5 6-4.

Non ce l’ha fatta Alessandro Giannessi, provato dalle fatiche delle due battaglie dei primi due turni. Opposto allo slovacco Andrej Martin, giustiziere della prima testa di serie Alejandro Gonzalez al secondo turno, Giannessi ha provato, senza fortuna, a riequilibrare le sorti di un match che lo aveva visto soccombere in maniera netta nel primo. Martin si è dimostrato giocatore tosto ed imprevedibile, potente col servizio e penetrante con i due fondamentali da fondo. Attuale numero 242 delle classifiche ATP, il 25enne di Bratislava, conquistato il primo parziale 6-2, ha dovuto poi tirar fuori il meglio del suo repertorio per contrastare, nel secondo, il tentativo di rientro in partita di Giannessi. Lo spezzino, forte dell’apporto di Umberto Rianna in tribuna, guadagnava pian piano fiducia e campo, spingendo da fondo con il dritto togliendo tempo al suo avversario. Complici tre doppi falli nello stesso gioco, Martin regalerà il proprio turno di battuta all’italiano a metà secondo set, ma l’azzurro non riuscirà a staccarsi, cedendo prontamente il vantaggio appena acquisito. In un parziale dominato dall’equilibrio, il naturale epilogo al tie-break rappresenterà un punto di non ritorno per Giannessi, incapace di convertire due set point consecutivi prima di cedere 8 punti a 6. Termina 6-2 7-6(6) in favore di Martin, entusiasta a fine partita del livello di gioco espresso: “Oggi era una giornata molto calda, non credo di aver mai giocato in queste condizioni”, ha confidato lo slovacco, “Per fortuna sono riuscito a chiuderla in due set. Nel terzo sarebbe stata veramente dura”. Per l’ex numero 119 del mondo si tratta della prima semifinale in stagione. Domani la sfida al vincente del match tra Cecchinato e Hemery, incontro che animerà il tardo pomeriggio padovano. Per tutte le informazioni e gli aggiornamenti sui match consultate il sito www.atppadova.com.

Di seguito i risultati di giornata maturati fino a questo momento:

Quarti di finale tabellone singolare

[4] A Montanes [ESP] d. [7] H Podlipnik-Castillo [CHI] 75 64

A Martin [SVK] d. [Q] A Giannessi 62 76(6)

[Q] F Gaio [ITA] d. R Ramirez Hidalgo [ESP] 60 63

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

commenti

About Staff Padova Goal

Controlla anche

Verona, riparte il sogno chiamato Europa. E la Coppa Italia vinta dal Napoli..

Manca poco alla ripresa della serie A e il Verona è pronto a ricominciare a …


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com