Venezia-Campodarsego, Favarin: “Abbiamo grande rispetto, ma dobbiamo dare il colpo di grazia…”

Condividi

«Ci siamo. Parliamo di questa partita da due mesi, da quando è iniziato il girone di ritorno, adesso è arrivata». Bello carico, Giancarlo Favarin, alla vigilia del match-clou con il Campodarsego, agganciato in testa alla classifica una settimana fa. «Trovarci a pari punti e non dovendo recuperare uno svantaggio, è un elemento importante, ma è pur sempre una partita con tre punti in palio». Ovvio. Un pareggio lascerebbe la situazione inalterata e le due squadre si giocherebbero la promozione in Lega Pro a distanza nelle ultime nove gare, chi vince non ipoteca il salto tra i professionisti, però rifilerebbe un bel ceffone al dirimpettaio. Venezia al gran completo, Favarin avrà solo l’imbarazzo di scegliere l’undici di partenza e i panchinari. «Proveremo a vincere» rimarca il tecnico pisano, «però abbiamo grande rispetto del Campodarsego, che ha disputato un grande campionato e che non ha 64 punti in classifica per caso. Una signora squadra che ha saputo stare sulla stessa linea del Venezia e che domani proverà a riprendersi la vetta in solitudine». Una partita dove entrambe le squadre non si butteranno allo sbaraglio. «Potrebbe essere un incontro tattico, di studio in avvio» spiegato Favarin, «non credo che sarà una gara con tante occasioni, quindi sarà fondamentale essere molto concreti sotto porta, sfruttare al massimo le opportunità. Il Campodarsego ha subìto solo otto reti in trasferta, noi in casa abbiamo concesso poco, anche se entrambe le squadre possiedono un reparto offensivo di tutto rispetto. Sul piano psicologico stiamo meglio noi, che arriviamo da una vittoria e dall’aggancio, per questo motivo un nostro successo potrebbe dare un bel colpo ai nostri avversari».

(Fonte: La Nuova Venezia)

Dai tifosi una vigilia tiepida, ma Favarin tira dritto e chiede al suo Venezia di «dare il colpo di grazia» al Campodarsego. Sul piano del morale e della fiducia, quantomeno, visto che il tecnico arancioneroverde sa bene come dopo l’importante faccia a faccia di domani al Penzo (ore 14.30) ci saranno altri 27 punti in palio. Un big match che mette in palio il primato solitario dopo i dispetti che le due capoliste si sono fatti a distanza tra sorpassi, controsorpassi e frecciatine incrociate. «Non è vero che il Campodarsego non ha niente da perdere – la risposta di mister Giancarlo Favarin alla «linea» tenuta in casa padovana – d’altra parte è primo con i nostri stessi 64 punti. Un signor biglietto da visita per due squadre a oggi sullo stesso piano: è ovvio che noi vogliamo vincere per staccarci, ma mi aspetto un avversario che pur facendo qualche calcolo e scendendo in campo molto accorto con una difesa a cinque non potrà comunque rinunciare a giocare». La società lagunare ieri pomeriggio ha reso noto che i biglietti staccati in prevendita sono stati circa un migliaio, compresi quelli per le squadre del settore giovanile e gemellate (cifra cui andranno sommati i 786 abbonati). «Serafini convive con un problemino al gluteo ma ci sarà, Ferrante e Marcolini sono recuperati quindi ho tutti a disposizione – sorride Favarin -. Non mi aspetto un match con occasioni a iosa, noi dovremo essere più bravi a capitalizzare gli episodio sapendo che il Campodarsego davanti ha un potenziale importante ma in difesa soffre. La possiamo vincere con l’intelligenza e l’equilibrio tra osare e aspettare con pazienza».

(Fonte: Gazzettino, edizione di Venezia)

Commenti

commenti

About Gabriele Fusar Poli

Controlla anche

Padova, ripresi gli allenamenti: Ronaldo e Cissé lavorano con il gruppo, differenziato per Gasbarro

Sono ripresi gli allenamenti a Padova oggi pomeriggio alla Guizza. Ronaldo e Cissé hanno svolto …


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com