Padova-Fermana, l’analisi del “Corriere del Veneto”

Condividi

Avete presente quelle partite a scacchi che finiscono in stallo? Padova-Fermana ne è un esempio perfetto, alla fine è 0-0 e la marcia della capolista si ferma a un passo dal titolo di campione d’inverno. Risultato, a scanso di equivoci, giusto, anche se pesa un rigore reclamato a inizio ripresa per una trattenuta in area su Chinellato a dir poco sospetta. In serate come quella di ieri, in un Euganeo trasformato in un freezer per la temperatura appena sopra lo zero termico, solo un episodio può fare la differenza. Poteva essere quel rigore ma alla fine non lo è stato; poteva essere il colpo di testa appena a lato di Tabanelli a metà ripresa, ma è giusto anche sottolineare la bella parata del debuttante Merelli su Lupoli a inizio partita. Insomma, Flavio Destro si porta a casa il punto che voleva alla vigilia, giocando una partita accorta e riuscendo pure a ripartire. La classifica rimane buonissima, ma suona qualche campanello d’allarme per la condizione fisica che sembra in evidente calo e Pierpaolo Bisoli dovrà studiare qualche contromisura.

[…]

Avanti così, insomma, anche perché finora è una stagione col punto esclamativo.

(Fonte: Corriere del Veneto, Dimitri Canello. Trovate il resto dell’articolo sull’edizione odierna del quotidiano)

Commenti

commenti

About Gabriele Fusar Poli

Controlla anche

Alessandria-Padova, Sogliano: “Raccogliamo le energie e andiamo a fare la partita della vita!”

«L’unico nostro pensiero deve essere quello di raccogliere le energie rimaste e andare a fare …


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com