Fermana-Padova, Bisoli: “Una battaglia che potrebbe farci vincere la guerra! Così poi vengo in moto alla Guizza…”

Condividi

Queste le dichiarazioni rilasciate da mister Bisoli in conferenza stampa prima della partenza per il ritiro di Porto San Giorgio: “Sappiamo che è una partita importantissima perché potrebbe aprire una grossa porta. Andiamo via prima per cercare di compattarci ulteriormente… Questo è il primo match point, se basta bene altrimenti ne avremo altri due! Fisicamente stiamo benissimo, l’abbiamo dimostrato anche con l’AlbinoLeffe perché pur andando sotto non abbiamo avuto contraccolpi e l’abbiamo ripresa. Domenica farà molto caldo, dovremo subito ambientarci. I particolari saranno fondamentali! All’andata finì 0-0 con poche occasioni da gol e due squadre bloccate, loro cercheranno il pareggio per ottenere la matematica salvezza ma noi puntiamo ovviamente ai tre punti. Sarà la testa dei giocatori a determinare se questa sfida sarà più facile o difficile di quel che si pensa… I tifosi ci seguiranno nuovamente in massa, il che vuol dire che questa squadra ha riacceso l’entusiasmo! Anche a me piacerebbe tornare domenica in pullman con la testa sgombra, perché vorrebbe dire che abbiamo centrato l’obiettivo. E noi ci proveremo… I giocatori sono sul pezzo, la testa c’è! Un fioretto? Ci voglio pensare, perché l’ho sempre fatto quando ho vinto il campionato. Ho un desiderio però: se vincessimo il campionato vorrei venire agli allenamenti in moto, che la porto a Padova la prossima settimana. Il fioretto dobbiamo farlo, serve sempre in queste occasioni… Non so se nei dintorni c’è un santuario in salita, dobbiamo trovarlo per fare almeno dieci chilometri in salita e raggiungerlo! Al Santo no perché ci vado già quasi ogni sera abitandoci vicino, e poi mia moglie studia teologia quindi mi sono già fatto il giro di tutte le chiese di Padova. La moto? Ho preso una Honda 750 Hdv, di quelle con le valige ai lati per fare i viaggi con mia moglie. Prima non mi piaceva, ora evidentemente a 48 anni mi è andato via il cervello… Andavo in giro con lo scooter a tre ruote e tutti mi prendevano in giro, poi ho preso una Honda e con quella sono andato alle Cinque Terre dove mi hanno raggiunto Zamuner ed Edoardo Bonetto per firmare il contratto, quindi mi porta bene! E voglio portarla in Veneto perché ho girato la regione in lungo e in largo ed è bellissima, e farmela in moto passando magari anche lungo il Brenta dove ci sono le ville sarebbe uno spettacolo. Magari non sarà professionale, ma dopo aver vinto il campionato ci starebbe perché vorrebbe dire che tutti noi avremmo compiuto qualcosa di straordinario. Ci arriveremo alla meta, e spero di raggiungerla già questa domenica… La forza di questo gruppo, che ringrazierò sempre, la si vede anche dal fatto che pure gli infortunati hanno chiesto di venir via perché tutti vorrebbero festeggiare insieme. Non saranno della partita Gliozzi, Madonna e Pulzetti, che ha giocato sopra all’affaticamento muscolare e se lo rischiassi potrei perderlo fino al termine del campionato quindi preferisco avere giocatori sani a disposizione. Zambataro? Ha un affaticamento a entrambi gli adduttori, ma è normale dato che ha giocato quattro partite di fila. Contessa? Ha questa distorsione alla caviglia presa a Trieste, ci ha giocato sopra ed è peggiorata quindi non riesce neanche a corricchiare. Che partita mi aspetto? Proveranno a non farci giocare venendoci a prendere nella nostra metacampo, quindi sarà una partita sporca. Ma noi dobbiamo pensare che è una battaglia che potrebbe farci vincere la guerra, e quindi dobbiamo fare tutte le mosse per vincerla anche a costo di essere brutti e sporchi! Ritorno al modulo vecchio? Può essere, ora vediamo…”

Commenti

commenti

About Gabriele Fusar Poli

Controlla anche

Padova, allenamento congiunto con la Primavera del Verona: sugli scudi Della Latta con una doppietta

Lo stadio Euganeo ha ospitato oggi pomeriggio un allenamento congiunto dei biancoscudati con la Primavera …


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com