Live 24! Padova, è il weekend della festa del tifo biancoscudato! E a Masen è arrivato anche il presidente Bonetto…


Ore 21.00 – (Corriere del Veneto, edizione di Vicenza) Millesettecento firme online sul sito change.org e oltre 3.200 in totale, se si uniscono quelle cartacee. Sta raggiungendo picchi inaspettati la petizione lanciata dai Fedelissimi giallorossi per aiutare il neonato Fc Bassano 1903 a essere iscritto in Promozione. Al momento la società, dopo la fusione con il Mussolente, è iscritta al campionato di Prima Categoria, livello davvero modesto soprattutto considerato com’era terminata la stagione scorsa. Ossia con una trasferta a Reggio Emilia e la sconfitta al secondo turno dei playoff promozione per la Serie B. Un passo indietro evidente, nonostante la buona volontà del presidente Fabio Campagnolo, che ha fatto ripartire il club dopo l’azzeramento determinato dalla decisione di Renzo Rosso di spostare la sede societaria a Vicenza, creando il Lanerossi Vicenza Virtus. Nel frattempo proprio l’ex capitano giallorosso Nicola Bizzotto ha voluto dedicare un pensiero alla rinascita del Bassano, non dimenticando le proprie origini: «Non giudico l’operazione dal punto di vista imprenditoriale, non spetta a me farlo. L’unica cosa che voglio dire è che a Bassano ho trascorso sei anni importanti, oltre a quelli delle giovanili. Hanno sempre creduto in me. Ora si apre una parentesi diversa per la mia carriera. Ma non dimenticherò mai quello che ha significato Bassano e quanto vissuto in questi anni». […]

Ore 20.30 – (Il Piccolo) Continua senza soste la corsa dei tifosi alabardati all’abbonamento per la prossima stagione dell’Unione. Una marcia costante, che ha portato ieri sera a sfiorare quota 800 tessere già sottoscritte.E comunque la settimana per quanto riguarda la corsa alle tessere non finisce qui. Anche se oggi la sede della Triestina sarà chiusa, ci sarà comunque la possibilità di fare gli abbonamenti: stamattina in via Macelli ad attendere i tifosi alabardati ci sarà infatti il Centro di coordinamento, che sarà aperto dalle ore 9 alle 12. Un’opportunità ghiotta per i vecchi abbonati di confermare il loro posto (oggi si chiude infatti la prelazione), perché da lunedì poi scatterà la vendita libera. E considerati i prezzi bassi e la rosa che Milanese sta costruendo, di nuovi abbonati la società ne attende parecchi. […]

Ore  – (Il Piccolo) Mauro Milanese l’aveva detto: e se tra esclusioni e squadre non iscritte, la Triestina salisse fino all’ammissione nella Tim Cup, ovvero la Coppa Italia maggiore con le squadre di A e B? Ed è proprio l’ipotesi che si è concretizzata ieri, un po’ a sorpresa. Il sorteggio del tabellone della Tim Cup, proprio per queste incertezze sulle squadre aventi diritto e aspettando le decisioni del consiglio federale Figc, ieri è stato rinviato dalle 15 alle 19. Poi, ecco il verdetto: la Triestina c’è. E nel primo turno, che si disputerà già domenica 29 luglio, gli alabardati giocheranno a Pisa. In caso di passaggio del turno, affronterebbero la Cremonese. […]

Ore 20.00 – (Il Piccolo) Adesso è davvero ufficiale: la Triestina, come del resto aveva già assicurato la società alabardata a inizio settimana, è regolarmente iscritta alla prossima serie C. Lo ha sancito il comunicato ufficiale Figc, nella persona del Commissario straordinario Roberto Fabbricini, che visto il parere positivo espresso dalla Covisoc sul ricorso della società alabardata (inerente la famosa questione della fideiussione, per la quale la Triestina si è dichiarata parte lesa), l’ha ammessa ufficialmente al prossimo campionato.Ma ora tutta l’ingarbugliata situazione della serie C comincia a chiarirsi. Ieri infatti il Consiglio federale Figc si è espresso sulle valutazioni effettuate giovedì dalla Covisoc, ufficializzando in pratica l’organico della serie C 2018/19. Organico però, come vedremo, ancora provvisorio. In sostanza, tutte le società che hanno integrato la loro documentazione mancante sono state ammesse. Oltre alla Triestina, hanno sanato le loro carenze anche Cuneo, Lucchese, Matera, Monza e Pistoiese. Per alcune di queste società resta ovviamente la mannaia di possibili penalizzazioni, a seconda delle carenze riscontrate in prima istanza. Lo si saprà più avanti. E comunque la Triestina nel caso dovesse arrivare un punto di penalizzazione, ritiene di avere molte carte da giocare per cavarsela al limite con una multa.Tornando alle iscrizioni, a rimanere fuori dal plotone delle 60 aventi diritto sono pertanto solamente in quattro: Mestre, Reggiana e Andria, che non avevano nemmeno fatto ricorso dopo le prime mancanze, e il Bassano, a seguito della fusione con il Vicenza. […]

Ore 19.30 – (Gazzettino, edizione di Pordenone) Presa la mezzala (Gavazzi è stato già ufficializzato), ottenuto l’attaccante (Candellone è solo in attesa dell’ultimo documento in arrivo dal Torino), ora il Pordenone si concentra sul centro della retroguardia. Con Alessandro Bassoli in partenza (su di lui c’è la Vis Pesaro, allenata dall’ex neroverde Leonardo Colucci), serve una spalla degna di giocare al fianco di Mirko Stefani, capitano indiscusso e confermatissimo alla guida della rosa. Il nome buono è sempre quello di Carlo Pelagatti, ex centrale d’esperienza del Cittadella che si è messo sul mercato. Gli sforzi dello staff neroverde, capitanato da Matteo Lovisa, si stanno dirigendo verso il profilo del centrale con un passato granata. Aretino di nascita, Pelagatti è un classe 1989. Abbordarlo non dovrebbe essere complicato, dal momento che è stato lui stesso a svincolarsi dall’impegno in essere con il Cittadella. È libero e sarà sufficiente accordarsi sulla durata e l’entità dell’ingaggio. Nel passato di Pelagatti ci sono anche le esperienze maturate con le maglie di Bassano, Ascoli, Catania e San Marino. Tanta esperienza e qualità, ecco i due aspetti che stanno convincendo il Pordenone a puntare su di lui. La prossima settimana si inizierà a fare sul serio e ci saranno colloqui importanti per cercare di portare il giocatore sul Noncello. Sarà determinante anche il parere di Attilio Tesser, allenatore che sta entrando con decisione nelle logiche di mercato estive del club. Risolto il nodo relativo al difensore, si penserà al portiere, e in questo caso c’è sempre in pole position Bindi. Per ora restano in rosa Mazzini e Meneghetti. […]

Ore 18.40 – Qui Masen di Giovo: termina l’allenamento.

Ore 18.20 – Qui Masen di Giovo: ultimi scampoli di partitella.

Ore 18.00 – Qui Masen di Giovo: partitella finale.

Ore 17.40 – Qui Masen di Giovo: prove tecniche di 3-5-2.

Ore 17.20 – Qui Masen di Giovo: ancora a parte Serena.

Ore 17.00 – Qui Masen di Giovo: Biancoscudati in campo per l’allenamento. È invasione di tifosi.

Ore 16.30 – (Gazzettino, edizione di Pordenone) É arrivato anche quest’anno il momento del Sabato Neroverde, ormai tradizionale primo incontro stagionale fra i tifosi naoniani e il Pordenone pronto per la nuova stagione che si tiene ad Arta Terme, sede del ritiro precampionato dei ramarri. In realtà questa volta i supporter provenienti da Pordenone troveranno una squadra ancora da completare, come ha specificato nei giorni scorsi lo stesso Attilio Tesser chiamato da Lovisa per preparare e magari completare pure il grande salto verso la serie B. Alle 16.30 Stefani e compagni affronteranno in amichevole sul rettangolo del campo sportivo Zuliani (località Pudia) la formazione locale dell’Arta Terme che gioca nel campionato carnico. Alle 19 invece, al parco Savoia, nelle vicinanze del Grand Hotel Gortani, sede del ritiro neroverde, avrà luogo la festa con i tifosi che vorranno raggiungere i loro beniamini sino alla località termale. Staff tecnico, nuovi e vecchi giocatori sfileranno sul palco con addosso le nuove casacche sulle quali spiccherà il rinnovato logo della società aggiornato in stile futurista. Grandi le curiosità del popolo neroverde per vedere all’opera il ramarro, ridisegnato in campo da Attilio Tesser con il suo 4-3-1-2, che ha già dato sfoggio della sua predisposizione al gioco d’attacco divertendosi (21-0) giovedì scorso nella prima sgambata stagionale con il Bordano. Questa volta sarà partita ufficiale, quindi prima vera uscita del nuovo Pordenone. Dovrebbe esordire anche Davide Gavazzi, centrocampista classe ’86, nato a Sondrio ma proveniente dall’Avellino, con precedenti anche a Terni, Genova (sponda Sampdoria) e Vicenza. […]

Ore 16.00 – (Messaggero Veneto) […] Sono giorni decisivi per il passaggio di Leonardo Nunzella alla Casertana: il terzino, classe 1992, tornerebbe al Sud dopo due stagioni (ultima tappa a Lanciano in serie B). Alla corte di Giovanni Formiconi (’89) ci sono più squadre: Novara, Pro Vercelli, Triestina, tra le altre. A quanto pare sta al laterale scegliere la sua destinazione futura. Su Patrick Ciurria (’96) si sono interessate Ravenna, Gubbio, Carpi e Virtus Entella. Secondo quanto sostiene la società il trasferimento dell’attaccante in una di queste squadre può essere imminente. Infine, Alessandro Bassoli, difensore centrale classe 1990, può andare alla Vis Pesaro dall’ex allenatore del Pordenone Leonardo Colucci.

Ore 15.30 – (Messaggero Veneto) È il giorno del “Sabato Neroverde”. Si comincia alle 16.30 con l’amichevole al cospetto della formazione dell’Arta Terme, al campo sportivo della località carnica. È certo l’esordio di Davide Gavazzi, centrocampista appena ingaggiato dall’Avellino in serie B, che ieri si è allenato con il gruppo. Da valutare Burrai (infiammazione tendinea) e Bertoli (affaticamento). Si preferirà non rischiarli considerato che domenica 29 c’è l’esordio in Coppa Italia. Dalle 19, al parco Savoia, nei pressi del Grand Hotel Gortani (quartier generale neroverde) festa con i tifosi. Ci sarà la sfilata di giocatori e staff tecnico, quindi la presentazione delle nuove maglie. Ad Arta sarà attivo anche un point per il rinnovo degli abbonamenti e per informazioni. Proprio in queste ore è stata superata quota 100 rinnovi della campagna 2018/2019, il cui slogan per la nuova stagione è “Fatto (su misura) per te”. […]

Ore 15.00 – (Corriere del Veneto, edizione di Vicenza) Sarà il Chieri l’avversario del nuovo L.R. Vicenza Virtus nel primo turno di Coppa Italia che si disputerà al «Menti» domenica prossima con orario del fischio d’inizio ancora da stabilire. La formazione piemontese, che milita in serie D, grazie all’arrivo della famiglia Gandini nel 2013 ha compiuto un salto di qualità strutturandosi quasi da club professionistico diventando di fatto la terza realtà calcistica della provincia di Torino dietro a Juventus e Toro. Il Chieri ha nel suo palmares lo scudetto Juniores nazionale vinto nel 2014, e la Coppa Italia di Serie D centrata nel 2017. In caso di successo al primo turno i biancorossi di mister Giovanni Colella affronteranno il Palermo, con il Cagliari che attende in caso di ulteriore successo del club del patron Renzo Rosso. Un test, quello di Coppa Italia, che rappresenta la prima partita ufficiale della stagione ma che vedrà in campo un Vicenza ancora incompleto, contesto che a fine luglio vale per quasi tutte le compagini di serie C. Chiaro però che la società di via Schio ci terrà a fare bella figura e di conseguenza in queste ore il gruppo lavorerà duro per trovare una condizione fisica almeno accettabile in previsione del match di Coppa Italia. La prima prova generale si terrà domani con i biancorossi che affronteranno allo stadio «Zotti» di Asiago nella prima uscita della stagione l’ASD 7 Comuni 1967 AC. (prezzo unico d’ingresso 7 euro con entrata gratuita per gli under 14). I tifosi biancorossi potranno vedere all’opera i giocatori dell’ormai ex Bassano Virtus trasferiti in biancorosso, ritrovare Stefano Giacomelli e Davide Bianchi, gli unici rimasti della rosa della scorsa stagione, e conoscere i nuovi acquisti Matthias Solerio ed Alessio Curcio che ieri è salito nel ritiro di Asiago e oggi effettuerà il primo allenamento con i nuovi compagni. […]

Ore 14.30 – (Gazzettino, edizione di Venezia) Saranno il Sudtirol di Serie C (ed ex squadra di mister Stefano Vecchi) o l’Albalonga di D a tenere a battesimo il nuovo Venezia, che oggi testa i progressi dei suoi nell’assaggio di Serie A con la Fiorentina. Domenica 5 agosto nel secondo turno di Tim Cup gli arancioneroverdi esordiranno al Penzo contro la vincente del faccia a faccia tra bolzanini e laziali, opposte il 29 luglio nel primo match eliminatorio. Dovesse proseguire il suo percorso il Venezia troverebbe sulla sua strada Frosinone, Torino e proprio Fiorentina sempre in gara secca, preoccupazioni ad ogni modo premature visto che ieri il tabellone di Tim Cup è stato sì sorteggiato, ma nella giornata che ha ufficializzato tre esclusioni dalla Serie B: a quelle già assodate di Bari e Cesena si è aggiunto l’Avellino nuovamente scartato per la fideiussione, bocciatura contro la quale ricorrerà entro lunedi al Collegio di Garanzia del Coni. Tornando però alla stretta attualità oggi pomeriggio il Venezia si sposta a Moena per sfidare la Fiorentina del tecnico Stefano Pioli. […] In tribuna a Moena ci sarà il presidente Joe Tacopina, annunciato in partenza per gli States mercoledì 25, quindi all’inizio della prossima settimana la società dovrebbe (il condizionale resta d’obbligo) finalmente depositare in Comune il progetto preliminare del nuovo stadio di Tessera avviando l’iter burocratico. Intanto radiomercato riferisce di un presunto interesse del ds Angeloni per il difensore Edoardo Blondett classe ’92 del Catania.

Ore 14.10 – (Corriere del Veneto, edizione di Venezia) La prima notizia di giornata arriva sul far della sera. Quando, dopo ore molto convulse che hanno portato all’esclusione anche dell’Avellino in Serie B dopo quelle di Bari e Cesena, oltre a Reggiana, Mestre e Fidelis Andria in C, ecco finalmente spuntare all’orizzonte il sorteggio del primo turno di Coppa Italia. Dove il Venezia non ci sarà, ma il tabellone pubblicato appena dopo le venti chiarisce quale sarà l’avversario degli arancioneroverdi domenica 5 agosto: potrebbe esserci il SudTirol o la matricola Albalonga al Penzo. È un primo passaggio fondamentale della nuova stagione, senza trascurare che oggi a Moena contro il Venezia ci sarà la Fiorentina, una sorta di partita amarcord per il Ceo Andrea Rogg, per il ds Valentino Angeloni e per Luca Lezzerini, appena sbarcato nell’universo arancioneroverde dall’Avellino. Un’amichevole, quella contro i viola in programma alle 17.30, che darà la possibilità a Stefano Vecchi di testare le condizioni generali del gruppo contro un avversario a cinque stelle, che milita nella massima serie: «Sarà un piacere ritrovare la Fiorentina – sorride Angeloni – sono cresciuto proprio nel club viola e lì ho mosso i miei primi passi. Sono curioso di vedere all’opera la squadra. Sono amichevoli che lasciano il tempo che trovano, dove però si possono intravedere i primi segnali del lavoro che si sta svolgendo». Angeloni segue passo dopo passo il mercato, che ha conosciuto una pausa di riflessione dopo l’arrivo di Lezzerini. […]

Ore 13.50 – (La Nuova Venezia) Che il calcio italiano sia nel caos più completo lo si sapeva già. Un tassello ulteriore è stato posto ieri quando si è trattato di iniziare il sorteggio per il tabellone della Coppa Italia Tim, spostato invece di quattro ore (dalle 15 alle 19) perché non c’era il quadro completo delle squadre iscritte. Tre quarti d’ora di sorteggio nella sede della Lega Serie A, in via Rosellini, a Milano: il Venezia, che ha pescato il numero 30, entrerà in scena nel secondo turno (5 agosto) e affronterà al Penzo la vincente tra Sudtirol, ex squadra di Vecchi e Trentin che è arrivata fino alla semifinale nei playoff di Serie C, dove è stato eliminato dal Cosenza, e dei laziali di Albalonga, secondi nel girone G della Serie D alle spalle del Rieti e poi vincitori dei playoff. Se passano il turno, gli arancioneroverdi troveranno (12 agosto) il Frosinone in trasferta, poi sulla strada del Venezia sono sistemate nel tabellone Torino (sedicesimi di finale, 5 dicembre) e Fiorentina (ottavi di finale, 13 gennaio), una delle otto teste di serie con Milan, Atalanta, Inter, Lazio, Roma, Juventus e Napoli. […]

Ore 13.30 – (La Nuova Venezia) Primo test di livello per il Venezia che nel primo pomeriggio scende dall’altopiano di Pinè in Val di Fassa per affrontare a Moena (centro sportivo Cesare Benatti, ore 17.30) la Fiorentina di Stefano Pioli. Per il Venezia si tratta della seconda amichevole, Stefano Vecchi, probabilmente, partirà con Vicario tra i pali, Andelkovic, Modolo e Domizzi (o Bruscagin) a presidiare l’area di rigore, Di Mariano (o Bruscagin) esterni con Bentivoglio in cabina di regia, Falzerano e Pinato (o Suciu) interni, più complicato individuale il tandem d’attacco in partenza, che dovrebbe essere costituito da Litteri e Geijo (o Marsura).Nella ripresa Stefano Vecchi opererà dei cambi, tenendo conto anche degli acciacchi accusati in questa fase del ritiro. […]

Ore 13.00 – (Gazzettino) Se ai ragazzi del 1899 sono state dedicate molte strade, per esaltare il loro sacrificio nella guerra mondiale, ai nati nel penultimo anno del secolo scorso si affida invece l’Este, nel tentativo di fare la storia del prossimo campionato. Ben tre sono, infatti, gli acquisti di fuori quota ufficializzati nelle ultime ore dalla società di via Monte Cero. In ordine cronologico, il primo a posare con la maglia giallorossa è stato Alberto Paiolo, esterno offensivo di scuola Chievo, lo scorso anno inquadrato nel settore giovanile del Vicenza e le cui caratteristiche sono quindi ben note al tecnico Zanini e al vice Girotto. A seguire, ecco Othman Chajari, centrocampista che nell’ultima annata, pur essendo in età da Berretti, era stabilmente aggregato alla prima squadra del Padova, con la quale non è riuscito a debuttare solo a causa di un infortunio al ginocchio che l’ha bloccato negli ultimi mesi. Infine, Davide Marini, esterno alto formatosi nel vivaio del Chievo ma già lo scorso anno testato nel calcio dei grandi al Caldiero, in Eccellenza. L’ingaggio dei tre prospetti segue quelli già annunciati nelle scorse settimane di Davide Roman, Enrico Vencato e Riccardo Forte ma, come detto, non esaurisce la caccia all’under in cui è impegnato il diesse Maule. Domani, in occasione del raduno della squadra, dovrebbero infatti essere presentati altri due prodotti del vivaio biancoscudato, con il quale la società atestina ha stretto un patto di collaborazione. I nomi sono quelli del difensore Corrado Salvatore e della punta Gianluca Bonavina. […]

Ore 12.40 – (Gazzettino) Trasferta con il Trapani domenica 29 luglio: questo il verdetto che riguarda il Campodarsego nel primo turno della Tim Cup 2018-2019 sorteggiato ieri in Lega. Non è la prima volta che la squadra biancorossa partecipa alla Coppa Italia nazionale: due anni fa (30 luglio 2016) aveva sfiorato il passaggio del turno arrendendosi solo ai rigori alla Maceratese allenata dall’ex milanista Giunti, che nella stagione precedente guidata da Bucchi aveva chiuso al terzo posto il campionato di Lega Pro. In quella occasione i padovani giocarono in casa, questa volta dovranno affrontare la lunga trasferta in terra siciliana che li costringerà a partire il giorno prima. Intanto oggi alle 16 a Tarvisio la squadra sarà impegnata nell’amichevole di lusso con la Spal, esordio stagionale che chiude la prima settimana di preparazione. Antonio Paganin schiererà una formazione per tempo, dando spazio a tutti i giocatori a disposizione in vista appunto dell’impegno ufficiale in Coppa tra due domeniche. «Tutto il lavoro che avevamo programmato per questi giorni è stato effettuato molto bene – sottolinea il tecnico – Sono soddisfatto, anche perché non abbiamo avuto noie di natura muscolare. Affrontiamo una compagine di serie A che ha iniziato la preparazione prima di noi, sarà un test ideale soprattutto per testare la fase difensiva, mentre per la fase offensiva avremo altre occasioni per proporci al meglio». […]

Ore 12.20 – (Mattino di Padova) Il tecnico del Campodarsego Antonio Paganin scherza sulla trasferta monstre per il turno preliminare, in programma già domenica 29 luglio per il primo turno di Coppa Italia. «Pensavo più lontana», sorride Paganin, «a parte gli scherzi, andremo a giocare contro una squadra che ha tradizione e che due anni fa ha giocato i playoff per la serie A. Siamo contenti perché andremo a disputare un match prestigioso in una competizione che ci tenevamo a disputare anche se in Sicilia potremmo trovare difficoltà per il gran caldo oltre che per la caratura dell’avversario». […]

Ore 11.50 – (Gazzettino) Una serata nel segno del Fair Play quella di giovedì a Castel Fiorentino, con il premio Menarini dedicato all’Etica nello sport. Sono intervenuti campioni olimpici e miti dello sport come Giovanni Trapattoni, Carolina Kostner, Elisa Santoni e Vanessa Ferrari. Per la prima volta nell’albo d’oro è stata iscritta anche la serie B, con il Cittadella premiato nella categoria I valori sociali dello sport. «Fair Play significa fare calcio nella maniera migliore, rispettando le regole – le parole del presidente di Lega Serie B, Mauro Balata – Le società vanno gestite in maniera intelligente, oculata e trasparente. Sono a premiare il Cittadella che è un modello, che fa il calcio come piace a me e alla Lega. Ha una continuità gestionale, una proprietà da oltre 40 anni, e lo fa rispettando le regole e facendo giocare tanti giovani. Noi vogliamo società che seguano l’esempio del Cittadella, perché servono imprenditori seri e società strutturate». […]

Ore 11.30 – (Gazzettino) Stasera si alzerà il sipario sul nuovo Cittadella. Alle 20.45 al palazzetto dello sport (adiacente al Tombolato, preferito a piazza Pierobon per evitare il maltempo) Gianluca Di Marzio e Federica Lodi saranno i presentatori dell’evento che prevede tra le altre cose anche la premiazione del Giocatore dell’anno, il concorso ideato dal Centro di Coordinamento dei Club Granata, la presentazione della campagna abbonamenti e delle tre maglie del prossimo campionato. Ieri intanto è stato sorteggiato il tabellone della Tim Cup: il Cittadella entrerà in competizione dal secondo turno, quando domenica 5 agosto ospiterà al Tombolato la vincente di Monopoli-Piacenza. […]

Ore 11.10 – (Mattino di Padova) Da una festa all’altra. Stasera alle 20.45, il palazzetto dello sport accanto al Tombolato ospiterà uno dei momenti più attesi dai tifosi, la presentazione della squadra e delle nuove maglie: sul palco i giornalisti di Sky Gianluca Di Marzio e Federica Lodi. E chissà che per l’occasione non venga fatta una sorpresa ai presenti con qualche annuncio di mercato (Finotto per l’attacco, mentre, viste le difficoltà per arrivare a Berra, il nuovo terzino potrebbe essere Ghiringhelli, dalla Reggiana). Ieri, a Castel Fiorentino, il presidente Andrea Gabrielli ha invece ritirato dalle mani del numero uno della Lega B Mauro Balata il premio Fair Play Menarini dedicato all’etica nello sport. […]

Ore 10.50 – (Mattino di Padova) […] Come del resto farà il Cittadella. Perché, se accadrà, vorrà dire che i granata si regaleranno un’altra volta l’Inter a San Siro, come accadde nel 2013. Stavolta la sfida sarebbe in cartellone agli ottavi e, prima, ci sarebbero altre tre partite. Capitan Iori e compagni esordiranno il 5 agosto al Tombolato contro la vincente tra Monopoli e Piacenza. Il Citta debutterà in casa, forte della miglior categoria rispetto alle due potenziali rivali, entrambe provenienti dalla C. Se passerà il turno andrà poi in Toscana a vedersela con l’Empoli, dominatore dello scorso campionato cadetto e già qualificato di diritto alla terza fase. Quindi, se il destino dovesse ancora sorridere, toccherebbe probabilmente in sorte l’Udinese, ancora in trasferta. E non sarebbe la prima volta che i granata arrivano così avanti in Tim Cup. Anzi, non occorre nemmeno andare tanto indietro con la memoria, considerando che nella scorsa stagione gli uomini di Venturato, dopo aver piegato l’Albinoleffe all’esordio, il 6 agosto 2017, con i gol di Schenetti e Arrighini, andarono a violare i campi di due rivali di Serie A come il Bologna, annichilito per 3-0 al Dall’Ara, e la Spal, piegata per 2-0 al Mazza, prima di arrendersi all’Olimpico per 4-1 di fronte a una Lazio zeppa di titolari. Un passo alla volta, chissà che la storia non si ripeta… […]

Ore 10.20 – (Gazzettino) L’impressione è ottima, siamo soddisfatti». Attualmente sono trentasette i giocatori impegnati in ritiro, compresi alcuni giovani classe 2001. Come dire, in questo momento la priorità sul mercato è sul fronte delle uscite: Bindi (Pordenone), Chinellato (Viterbese) e De Cenco le situazioni più calde, senza dimenticare che devono trovare sistemazione anche Russo, Candido e Mandorlini. «Dobbiamo smaltire il numero dei giocatori anche perché devo stare attendo al budget, e prima di fare un altro ingresso è indispensabile piazzare qualche uscita. In entrata ci servono ancora una punta e una mezzala, dopodiché la rosa può essere considerata a posto. Bisoli vuole comunque un gruppo formato da venticinque giocatori di movimento, più tre portieri, dato che il campionato cadetto è molto più lungo e impegnativo di quello di serie C, e c’è anche un maggiore numero di turni infrasettimanali». […]

Ore 10.10 – (Gazzettino) Il mercato sempre nel radar, con un occhio di riguardo però anche alla squadra che sta prendendo forma nel ritiro di Masen di Giovo: il diggì Giorgio Zamuner ha vissuto quasi tutta la settimana a stretto contatto con staff tecnico e giocatori. «Ne parlavo proprio con Bisoli, sembra che non sia finita la stagione dell’anno scorso nel senso che si è già creato un gruppo di un certo tipo con lo spirito giusto, il che fa ben sperare al di là del ruolo che dovremo ricoprire in campionato. Il mister è sempre il solito, carico e pieno di entusiasmo, per cui sono contento del lavoro che stiamo effettuando. Fare bene questa parte del ritiro è fondamentale nell’ottica di affrontare la stagione. Ripeto, intensità e voglia sono le stesse di un anno fa». Non manca una considerazione sui nuovi arrivati. «Si sono integrati bene, sono tutti giocatori bravi. Della Rocca e Capelli si conoscono già alla luce della loro esperienza, Bonazzoli ha destato subito un’ottima impressione, come anche Broh e Ceccaroni.

Ore 10.00 – (Gazzettino) […] Anche ieri Pulzetti e compagni hanno continuato a sgobbare agli ordini di Bisoli, sotto lo sguardo dei primi tifosi che sono giunti in terra trentina per la due giorni dedicata alla festa del popolo biancoscudato. Ad assistere all’allenamento era presente anche il presidente Bonetto in compagnia della moglie. La squadra tornerà in campo oggi alle 10.30 e alle 16.30, con replica domani mattina allo stesso orario, mentre nel pomeriggio è in programma la prima amichevole con il Verla, formazione dilettantistica del posto. Ben più probante sarà invece il test di mercoledì alle 17.30 al comunale di Temù nel bresciano con la Sampdoria (ingresso gratuito), tanto che nelle esercitazioni tattiche di ieri l’allenatore ha schierato il 3-5-2 disponendo l’altra squadra con il modulo utilizzato dai blucerchiati. Intanto la Lega ha reso noto il tabellone della Tim Cup 2018-2019: il Padova entrerà in gioco domenica 5 agosto e affronterà in casa la vincente tra Monza-Matelatica, sfida che andrà in scena tra due domeniche.

Ore 09.40 – (Mattino di Padova) E se Cristiano Ronaldo, una fredda notte di gennaio, atterrasse all’Euganeo per affrontare il Padova? No, non è fantacalcio, è difficile ma non poi così impossibile. Il calendario di Coppa Italia, sorteggiato ieri a Milano, ha infatti piazzato il Padova nella stessa parte di tabellone della Juve. L’urna della Lega si è divertita a regalare ai tifosi biancoscudati una splendida suggestione, che probabilmente rimarrà tale, anche se sognare non costa nulla. Ma cosa deve fare il Padova per regalarsi la sfida alla Juventus? Vincere tre partite di fila, in gara secca. I biancoscudati esordiranno il 5 agosto in casa contro la vincente di Monza-Matelica. La settimana successiva andrebbe a sfidare, in trasferta, il Bologna. Dovesse passare al Dall’Ara ci sarebbe un ultimo ostacolo da superare: il 5 dicembreuna tra Crotone e Livorno. Bene, se il Padova facesse veramente l’impresa, si regalerebbe la Juve agli ottavi (il 13 gennaio) e la grande novità di quest’anno prevede che dagli ottavi in poi non si giochi più in casa della squadra più blasonata, ma tocca al sorteggio. Per cui potremmo veramente vedere la Juve di CR7 calcare il campo dell’Euganeo. Non resta che provare a sognare. […]

Ore 09.30 – (Mattino di Padova) Esattamente tre mesi dopo la conquista del campionato di serie C, il Padova ricomincia con il consueto appuntamento della “Festa del tifoso”. Già ieri sono iniziati a salire a Masen di Giovo i primi tifosi biancoscudati, mentre il clou lo si avrà domani quando sono previsti circa 700 appassionati in arrivo da Padova. Una manifestazione fortemente voluta anche dalla società, che sta incassando una buona dose di fiducia dagli abbonamenti, e vuole cavalcare l’ondata d’entusiasmo scaturita dalla promozione. Ecco perché questa sera, dopo una giornata all’insegna di stand gastronomici e musica al centro sportivo di Masen, giocatori e staff tecnico biancoscudato ceneranno assieme ai tifosi sotto i tendoni allestiti per l’occasione tra il campo da gioco e l’hotel del ritiro. Domani il Padova si allenerà alle 10, mentre alle 11.30 nel campo attiguo andrà in scena un triangolare che vedrà sfidarsi tifosi e staff tecnico. Dopo il pranzo, sempre al campo, alle 16.30 la prima passerella biancoscudata, in scioltezza contro la formazione dilettantistica del Verla. […]

Ore 09.00 – (Corriere del Veneto) Giornata intensa di lavoro a Masen di Giovo, dov’è arrivato anche il presidente Roberto Bonetto per far visita alla squadra. La prima notizia riguarda il primo turno di Coppa Italia, dove i biancoscudati non entreranno in scena. Ma un primo punto fermo c’è già, perché è stato definito l’avversario che sbarcherà domenica 5 agosto allo stadio Euganeo. Sarà la vincente fra Monza e Matelica, che si affronteranno domenica 29 luglio. […] Sul mercato la necessità prima adesso è quella di sfoltire una rosa che al momento è troppo ampia. La sorpresa in uscita potrebbe essere Luca Belingheri, che ha ricevuto proposte dalla Ternana e dalla Vis Pesaro. L’ex centrocampista di Livorno e Cremonese non sembra intenzionato a cambiare aria e la società non lo ritiene in uscita. Tuttavia, nel caso in cui arrivi un’offerta irrinunciabile, le parti potrebbero anche concordare una cessione che al momento non è in programma e non mai stata nei piani. A dover invece lasciare Padova sono sicuramente il portiere Bindi (per lui Pordenone o Pisa, al momento), Russo (Pisa, Sambenedettese e Vicenza, ma si andrà ad agosto inoltrato), Candido (Sud Tirol e Casertana al momento si sono fatte avanti, ma il giocatore tentenna), De Cenco, Favaro e Chinellato, che ha rifiutato la Viterbese vanificando un accordo praticamente già definito. Il giocatore spera nella Triestina o nella Sambenedettese, mentre meno probabile sembra un approdo a Vicenza, dove pure il centravanti trevigiano riscuote diversi consensi. […]

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

commenti

About Gabriele Fusar Poli

Controlla anche

Live 24! Padova, domenica particolare: sarà anche un weekend senza calcio, ma la testa è già al Crotone…

Ore 20.00 – (Gazzettino, edizione di Venezia) Il presidente Joe Tacopina, dopo averlo visto uscire …

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com