Avellino-Padova, l’analisi e le pagelle de “Il Gazzettino”

Condividi

“Il Padova ha un cuore grande: trova l’1-0 con Della Latta, sbaglia un gol fatto, lotta strenuamente fino all’ultimo minuto di recupero di fronte ad un Avellino arrembante e strappa una meritatissima qualificazione alla finale dove affronterà l’Alessandria, che ieri sera ha pareggiato 2-2 dopo i supplementari con l’Albinoleffe (andata domenica all’Euganeo, ritorno giovedì 17 in terra piemontese). Giustificata al triplice fischio l’esplosione di gioia dei biancoscudati per la grande impresa. Perchè di grande impresa si tratta dal momento che la squadra irpina ha usato mezzi leciti e non leciti per rovinare i piani della truppa di Mandorlini che però, rispetto all’andata, è stata tutelata da un arbitraggio coerente nel metro di valutazione, così come aveva chiesto la società. E poco importa se le ammonizioni rimediate da Ronaldo, Chiricò, Saber e Vasic porteranno all’automatica squalifica. Fa parte del gioco. E di sicuro chi andrà in campo al posto loro nella prossima sfida darà il massimo per non farli rimpiangere”: questo l’incipit dell’analisi di Avellino-Padova fatta sulle colonne de “Il Gazzettino”.

 

Le pagelle Biancoscudate (Gazzettino): Dini 6.5; Germano 6.5 (Pelagatti 6.5), Kresic 8, Rossettini 8, Curcio 6.5; Saber 7 (Andelkovic sv), Hallfredsson 7, Della Latta 8; Chiricò 5.5 (Jelenic sv), Ronaldo 7 (Vasic sv); Paponi 6.5 (Nicastro 6).

Commenti

commenti

About Gabriele Fusar Poli


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com