Pro Vercelli-Trento 1-1, Parlato frena l’altra capolista: il racconto dal Piola

Condividi

di Massimiliano Cordin

VERCELLI – Sotto la pioggia battente di Vercelli, il Trento culla per 30 minuti la gioia di battere, in terra straniera, la capolista del girone ex aequo con il Padova. Dopo il pari siglato da Comi, però, sono gli eusebiani ad andare vicino al vantaggio grazie al rigore concesso a dieci minuti dal triplice fischio finale. A decidere, ancora una volta il match, è una parata di Cazzaro che ipnotizza, Rolando e regala l’ottavo punto in classifica ai compagni.

Mister Parlato conferma gli 11 già vittoriosi la scorsa settimana contro la Giana Erminio, nella prima di campionato tra le mura del Briamasco. Spazio – dunque – alla coppia Pasquato-Belcastro alle spalle dell’unica punta Barbuti. Confermata, ancora una volta, la retroguardia con Trainotti, Carini, Dionisi e Simonti.

Il primo tiro in porta del match è di Pasquato e si concretizza al termine di una bella azione del Trento. La conclusione dell’attaccante ospite, però, si rileva troppo debole per impensierire Tintori.
Al 24’ sono ancora gli ospiti con Barbuti a rendersi protagonisti. Grazie ad una fiammata sulla fascia sinistra dell’ex Fano, è il difensore Masi – ormai vistosi superato – a commettere un intervento irregolare, meritevole di calcio di rigore secondo il signor Bordin. Dagli undici metri si presenta Belcastro, già a segno quest’anno su calcio di rigore contro la Triestina, ma questa volta la sua conclusione ha un esito diverso: difettando sia in precisione che in potenza, finendo debolmente sul fondo alla destra dell’estremo portiere piemontese. Al 30’ è Rolando a rendersi pericoloso con una deviazione di testa che si conclude alta sopra la traversa. Al 35’ è nuovamente Barbuti a rendersi protagonista, superando prima i due centrali di difesa e venendo, per la seconda volta in dieci minuti, fermato in maniera illegale dai difensori in area di rigore. Questa volta è lo stesso Barbuti a presentarsi dagli undici metri, trasformando il secondo rigore di giornata concesso ai trentini e portando in vantaggio gli uomini di Parlato.
Al 41’ è nuovamente Rolando ad andare vicino alla marcatura personale, questa volta con una deviazione con l’esterno del piede destro, che si spegne sul fondo.
A pochissimi istanti dall’intervallo, invece, sono gli uomini di Parlato ad andare vicini al doppio vantaggio con un’azione che si conclude con il destro di Pasquato alto sopra la traversa. Brutto errore, questo, da parte dell’ex Juventus, visto che si trovava dinanzi al solo Tintori.
La Pro Vercelli ci prova per tutto il secondo tempo, senza mai riuscire ad essere pericolosa nell’area di rigore trentina, fino al minuto 77’, momento in cui – sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto dal solito Rolando, Comi si smarca in maniera perfetta ed impatta, trafiggendo Cazzaro.
Passano 180 secondi e la Pro Vercelli avrebbe anche la possibilità di ribaltare il risultato, grazie al tiro dal dischetto di Rolando. Cazzaro, però, non è dell’idea e ipnotizza l’attaccante torinese che battezza la zona centrale della linea di porta difesa dall’estremo portiere trentino. Finisce, così, con il risultato di 1-1 un bel match giocato a viso aperto da entrambe le formazioni. Si conferma, ancora una volta, positiva la prestazione degli uomini di Parlato che ben impressionano sul campo di Vercelli, contro una squadra – fino a questo momento – a punteggio pieno. Da segnalare la buona prestazione di Barbuti, autore del gol del Trento e l’errore dal dischetto sia di Belcastro che di Comi.

PRO VERCELLI TRENTO 1-1
Reti: 36’ Barbuti (T), 77’ Comi (PV),
PRO VERCELLI: Tintori, Masi, Carosso, Cristini, Crialese, Vitale (Clemente), Awua (31’ Emmanuello), Belardinelli (58’ Rizzo), Bruzzaniti (59’ Della Morte), Rolando, Comi. A disp: Rendic, Auriletto, Bunino, Silenzi, Sangiorgi, Erradi, Iezzi.
TRENTO (4-3-1-2): Cazzaro, Trainotti, Simonti, Dionisi, Carini, Caporali, Scorza (57’ Pattarello), Izzillo, Belcatro, Pasquato (57’ Osuji), Barbuti (67’ Chinellato). A disp: Chiesa, Galazzini, Raggio, Ruffo Luci, Seno. All. Parlato
Ammonti: 35’ Crialese (PV), 35’ Masi (PV), 80’ Seno (T), 81’ Dionisi (T), 92’ Caporali (T)
Recupero: 2 pt + 5 st.

Foto: Pro Vercelli 1892

Commenti

commenti

About Staff Padova Goal


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com