Volley, il ruggito salvezza della Kioene: battuta Vibo, obiettivo vicinissimo!

Condividi

Kioene Padova – Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 3-1
(22-25, 25-22, 25-21, 25-22)

Kioene Padova: Loeppky 17, Vitelli 10, Bottolo 10, Zimmermann 2, Weber 24, Takahashi (L), Volpato 6, Zoppellari, Schiro, Bassanello (L). Non entrati: Petrov, Crosato, Gottardo, Canella. Coach: Jacopo Cuttini.

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia: Fromm 12, Nishida 22, Borges, Saitta, Candellaro 5, Flavio 14, Rizzo (L), Nelli, Basic 9, Nicotra. Non entrati: Gargiulo, Condorelli (L), Partenio. Coach: Valerio Baldovin.

Arbitri: Cesare – Simbari.
Durata: 24’, 28’, 30’, 31’. Tot.: 1h53’
Spettatori: 1.685
Incasso: € 7.961,85
MVP: Eric Loeppky (Kioene Padova)
NOTE. Servizio: Padova errori 20, ace 9; Vibo Valentia errori 20, ace 4. Muro: Padova 6, Vibo Valentia 4. Ricezione: Padova 56% (25% prf), Vibo Valentia 46% (26% prf). Attacco: Padova 55%, Vibo Valentia 47%.

Una grandissima Kioene vince lo scontro diretto con Vibo e compie un passo importante verso la salvezza. Dopo un primo set altalenante, Padova ribalta il match e conquista il bottino pieno con una grande prova di squadra. Spiccano Loeppky e Weber (17 punti, 62% in attacco e 24 punti, 61% in attacco).

LA CRONACA. Inizio di match punto a punto con nessuna delle due squadre che trova il break. E’ Vibo ad interrompere l’equilibrio grazie a dei buoni attacchi di Nishida e sul 10-14 Cuttini ferma il gioco. La Kioene tenta di non perdere terreno con i turni in battuta di Bottolo e Volpato, ma i calabresi non tremano e conquistano il primo parziale (22-25).
Nel secondo set è ancora punto a punto, con qualche errore da una parte e dall’altra. La squadra di Cuttini si affida all’aggressività in battuta e gli ospiti a Nishida, punto di riferimento per gli uomini di Baldovin. L’ace di Loeppky, però, stappa la Kioene Arena e regala il primo break ai suoi, poi Bottolo e Weber riportano la sfida in parità con il definitivo 25-22.
Il terzo set segue l’onda del finale del parziale precedente con una Padova che spinge sull’acceleratore e si porta sul 7-3. La Tonno Callipo trova in Nishida, ancora una volta, una garanzia assoluta e i due ace consecutivi del giapponese riportano i giallorossi a -3 (18-15). I bianconeri accusano il colpo e il mani out di Candellaro costringe coach Cuttini al secondo time out in pochi minuti (21-20). Ma si tratta di un momento, perché ci pensa Loeppky a portare in vantaggio la Kioene grazie al diagonale che vale il 25-21.
Nella quarta parte di gara riprende ad essere protagonista l’equilibrio, questa volta con Vibo che mantiene un piccolo margine di vantaggio. Padova impatta la parità sul 17-17 con un Weber in grande spolvero e con capitan Volpato sugli scudi. Il finale è da brividi, con continui scambi prolungati e rovesciamenti fronte, ma alla fine la spunta la Kioene 25-21.

LA SINTESI DEL MATCH IN REPLICA SU TV7 NEWS. Una sintesi della sfida di questa sera sarà trasmessa lunedì 14 marzo, alle ore 21 su Tv7 News (canale 87 del digitale terrestre). Repliche nei giorni successivi anche su Tv7 Sport (canale 212 del digitale terrestre). Per vedere la programmazione televisiva completa, visitate la sezione “TV e streaming” del sito www.pallavolopadova.com.

DOMENICA SI CHIUDE A MODENA. Il prossimo e ultimo appuntamento di regular season è in programma domenica 20 marzo (diretta VolleyballWorld) sul campo della LeoShoes PerkinElmer Modena. Non è stato ancora ufficializzato l’orario del match. Per tutti gli aggiornamenti e le informazioni, visitare il sito www.pallavolopadova.com.

Jan Zimmermann (Kioene Padova): “Questa era una partita molto tesa perché c’era molto in gioco. Durante la gara siamo cresciuti moltissimo, pallone dopo pallone e abbiamo saputo sacrificarci nei momenti più complessi e al contempo dare il tutto per tutto sfruttando ogni pallone. Questi erano 3 punti davvero importanti verso la salvezza, ora testa a Modena dove proveremo a portare a casa ancora qualcosa”.

Marco Rizzo (Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia): “Quella di oggi era una partita fondamentale per noi: sapevamo che sarebbe stata una vera battaglia ma alla fine a fare la differenza sono stati i dettagli. Purtroppo siamo calati in concentrazione e lucidità in alcuni momenti della partita e sicuramente potevamo gestire meglio alcuni contrattacchi. Onore a Padova che ci ha creduto fino alla fine nonostante fosse sotto di 1-0. Noi finché non cadrà l’ultima palla non molleremo un centimetro: sarà il campo a dare il verdetto finale di questa stagione. Certo ora la sconfitta brucia ma dobbiamo resettare subito e da domani, appena rientrati a Vibo, ci aspetta una settimana intensa di lavoro per preparare il match contro Piacenza”.



Commenti

commenti

About Staff Padova Goal


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com