Perché la maggior parte degli scommettitori sportivi perde

Condividi

Il banco vince sempre! Chi frequenta casinò o è abituato alle scommesse conosce senz’altro questo famoso modo di dire. La saggezza popolare ha il pregio di tradure in parole semplici concetti spesso difficili e in questo caso lo fa anche con pochissime parole.

Tuttavia, la domanda da farsi a monte di questo proverbio è semplice: perché la maggior parte degli scommettitori perde? Molti pensano che sia colpa dei bookmaker che non offrono quote competitive per il giocatore. Nonostante l’ovvio vantaggio probabilistico dei bookmaker la realtà è un po’ diversa.

Tutti gli allibratori, sia tradizionali che i migliori bookmaker non AAMS che operano sul web, fanno in modo di proporre quote che contengono una commissione per il loro operato che incasseranno qualunque sia il risultato del match. Non si può certo pretendere che lavorino e organizzino il tutto in maniera gratuita. Questo però non è il motivo per cui molti scommettitori perdono, visto che alcuni invece hanno un bilancio positivo nella propria attività di pronostici.

Il fatto è che la maggior parte degli scommettitori perde denaro non a causa del vantaggio dei bookmaker, ma per ragioni interamente sotto il proprio controllo. Non gestiscono correttamente i soldi; piazzano scommesse sbagliate o scommettono troppo spesso. Questi sono tutti errori facili da commettere, ma sono anche altrettanto evitabili. Vediamo qualche spunto in merito.

Cattiva gestione del denaro

Ci sono pochissime certezze quando si tratta di scommesse sportive, ma una cosa di cui essere certi è che i risultati non andranno sempre come ci si aspetta. Questo influisce sulla gestione dei propri fondi dedicati alle scommesse sportive. Una cattiva gestione del denaro è probabilmente il motivo principale per cui tante persone perdono alle scommesse.

Non gestire i soldi nel modo corretto può generare diversi errori. Questi includono il voler recuperare le perdite velocemente, piazzare delle scommesse assurde dopo una vincita interessante o rischiare troppo su un risultato ritenuto molto sicuro (e che poi non si realizza). Chiunque abbia uno storico di scommesse ha commesso questi errori, fanno parte del processo di apprendimento di questa particolare attività ludica. In realtà sono errori abbastanza facili da evitare con solo un po’ di disciplina.

Spesso il tutto parte dal fatto che la quantità di soldi a disposizione viene utilizzata senza un preciso schema di regole. Molti si limitano a piazzare scommesse finche non finiscono i soldi del proprio budget, non ragionano in maniera approfondita ma al massimo decidono solo la cifra da puntare.

Questo comportamento non è un problema qualora si sia destinato solo il denaro che ci si può permettere di perdere e ci si voglia solamente divertire un po’. Chi invece vuole realizzare un vero guadagno deve organizzarsi in maniera più efficace.

Per esempio, bisogna ben calibrare quanto puntare in base al bankroll a disposizione in modo da non danneggiarlo troppo quando arrivano risultati imprevisti. La gestione del bankroll è davvero molto semplice. Fondamentalmente si tratta di prendersi cura dei propri soldi non essendo avventati e rimanendo disciplinati.

Piazzare scommesse per le ragioni sbagliate

Ci sono molti modi diversi per scegliere quali scommesse piazzare. È possibile utilizzare tutti i tipi di sistemi e strategie e non esiste un unico modo corretto. Bisogna solo assicurarsi che ci siano delle valide ragioni per piazzare una scommessa particolare.

Purtroppo, molti piazzano scommesse con ragioni errate. Per esempio, basando su emozioni oppure esclusivamente sulle probabilità matematiche. Scommettere per emozione si traduce nel puntare su qualcosa che voglia far accadere piuttosto che su ciò che si crede veramente che accadrà. Il classico è puntare sulla squadra per cui si tifa: molte persone sull’onda del sentimento puntano sulla propria squadra. Questo succede anche quando il team affronterà un avversario molto più forte e favorito.

Anche fare una scommessa basata esclusivamente sulle quote disponibili è una strategia errata. Ovviamente si possono prendere in considerazione le probabilità ma questa non dovrebbe essere l’unica considerazione.

Scommettere su quote elevate solo per inseguire una grande vincita si traduce nel perdere molto più spesso rispetto alle volte che si vince. Non c’è niente di sbagliato nel sostenere squadre improbabili ma ci deve essere una solida giustificazione oltre a quanto si potrebbe vincere. Lo stesso principio si applica nello scommettere sulle squadre forti semplicemente perché sono i favoriti. È facile presumere che una puntata su quote basse possa vincere, ma, ancora una volta, ci deve essere qualcosa di più nel ragionamento che ha portato a questa scelta.

Non esiste una formula magica da applicare quando si piazzano scommesse. Si devono considerare fattori diversi e cercare le opzioni che più si ritengono realizzabili rispetto alle quote offerte dal bookmaker.

Scommettere troppo spesso

Scommettere troppo spesso può essere un problema tanto quanto farlo per le ragioni sbagliate. Realizzare un profitto con le scommesse sportive non consiste semplicemente nello scegliere quanti più vincitori possibile; si tratta di identificare le giuste opportunità. Questo significa essere selettivi. Alcuni degli scommettitori sportivi più redditizi sono abbastanza preparati per affrontare periodi senza scommettere qualora non si presentino le giuste opportunità, ed è proprio per questo che sono così profittevoli.

Potrebbe essere allettante provare a scegliere il vincitore di ogni partita di calcio o di ogni incontro di tennis in un torneo, ma la realtà è che è quasi impossibile farlo. È molto meglio cercare un piccolo numero di opportunità in cui scommettere con sicurezza.

È anche una buona idea limitare il numero di sport su cui puntare. Per fare soldi in modo continuo, si dovrebbero svolgere una discreta quantità di ricerche e analisi. Questo è molto difficile se lo si deve fare su molti sport diversi tra loro. Le possibilità aumentano concentrandosi solo su una o due discipline sportive sulle quali si riesce a essere molto informati.

Non importa quanto si possa essere bravi a scommettere, non si indovineranno mai tutti i pronostici piazzati. Per quanto ovvio possa sembrare, bisogna solo vincere di più dai pronostici esatti di quanto si perda su scommesse non andate a buon fine. Più si è selettivi nelle scommesse piazzate e più è probabile che questo accada.



Commenti

commenti

About Staff Padova Goal


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com