Palermo – Padova, la Digos denuncia 60 presidenti di seggio: la motivazione

Condividi

La Digos di Palermo ha denunciato 60 presidenti di seggio che lo scorso 12 giugno anziché occuparsi delle elezioni comunali optarono per andare allo stadio a seguire la partita Palermo-Padova che valse la promozione in B dei rosanero.

Una fuga in massa dai seggi, che mise in crisi la macchina elettorale. Lo scrive il sito d’informazione LiveSicilia.
I poliziotti hanno riscontrato che i tagliandi intestati ai sessanta denunciati sono stati vidimati elettronicamente agli ingressi dello stadio Renzo Barbera.

La stragrande maggioranza aveva presentato un certificato medico. E adesso, nel successivo step investigativo, anche i medici che hanno certificato le malattie saranno chiamati a spiegare cosa sia accaduto.
Al momento dell’apertura dei seggi saltò fuori che 174 tra presidenti e scrutatori avevano rinunciato. C’erano volute ore per rimpiazzarli e nel frattempo alcuni elettori avevano trovato i seggi chiusi. I denunciati rischiano una multa da 206 a 516 euro e nei casi più gravi – e sarebbero la quasi totalità – ci sarà l’iscrizione nel registro degli indagati. Si va verso un maxi processo per falso e interruzione di pubblico servizio. I poliziotti valuteranno anche la posizione degli scrutatori.



Commenti

commenti

About Staff Padova Goal


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com