Padova-AltoVicentino, Dalle Rive: “Onore ai Biancoscudati! Cori contro di me domani? Non me li merito…”

Condividi

Fonte: Gazzettino, Pierpaolo Spettoli

«Domenica ci tengo a vincere, sarebbe un’amarezza meno pesante da mandare giù. Non sono contento di essere arrivato secondo». I giochi sono già fatti con il Padova promosso in Lega Pro, ma i grandi rivali dell’Altovicentino vogliono chiudere con orgoglio il campionato e le parole del presidente Rino Dalle Rive sono eloquenti. Insomma, sarà partita vera all’Euganeo anche se in campo si giocherà solo per il prestigio. «Ho sempre ritenuto che il Padova fosse più forte di noi, ma non pensavo di arrivare a fine stagione con quindici punti di distacco: credevo di arrivare a tre lunghezze e di giocarmela all’ultima giornata. Sono arrabbiato (usa un termine più colorito, ndr) con i miei, anche perché a dicembre abbiamo rafforzato la squadra ed è andata molto peggio rispetto al girone d’andata. So cosa è successo, ma i panni sporchi si puliscono in casa». Onore quindi al Padova. «Sì, in tutti i sensi. Appena è stato promosso ho mandato a loro un telegramma di complimenti molto sinceri, credo che l’abbiano apprezzato. Non sono mai invidioso degli altri, bisogna saper anche perdere».

Un paio di settimane fa sul Gazzettino il patron vicentino aveva smentito i rumors relativi a un suo interessamento per Carmine Parlato, che ha poi prolungato invece il rapporto con i biancoscudati per altri due anni. Dalle Rive, tra l’altro, ha sempre avuto parole al miele per il tecnico del Padova. «Come si fa a non elogiare una persona del genere. Per la serie D è un tecnico eccezionale, per la Lega Pro non lo so, ma spero che faccia bene anche lì. Di sicuro in quella categoria troverà giocatori che sono marpioni, credo che dovranno cambiare molto in squadra dato che tanti giovani sono da serie D e non da Lega Pro». Biennale è anche il contratto firmato dal direttore sportivo Fabrizio De Poli. «Lo conosco da molti anni, mi fa piacere per lui. Anche perché torna nelle categorie che conosce meglio e avere uno come lui è tanta roba». Ma Dalle Rive sarebbe anche pronto a fare la spesa al Padova, nel caso in cui alcuni biancoscudati non dovessero essere confermati in vista della prossima stagione.

Scontato allora chiedere se riprenderebbe Cunico e Ferretti che ha già avuto nella passata stagione. «È presto dire ciò che farò tra un mese, però mi piacerebbe e li prenderei in considerazione. Cunico è una persona a dir poco eccezionale, abbiamo sbagliato a lasciarlo andare via. E lo stesso vale per Rulo, altro ragazzo eccezionale: non l’avrei mai lasciato, ma qualcuno si è messo in mezzo. Mi veniva la pelle d’oca sentire Ferretti incitare i compagni in spogliatoio prima della partita, anche se ha un carattere per il quale devi assicurargli il posto al 99 per cento e purtroppo non si può». E la lista degli acquisti non finirebbe qui. «Ilari è un giocatore che vorrei anche di più, e mi piacerebbe Zubin: se in dicembre non combinava con il Padova, sarebbe venuto sicuramente da noi». Tornando alla sfida di domani, i tifosi biancoscudati potrebbero prenderla di mira con alcuni cori all’insegna dello sfottò. «Ognuno fa ciò che vuole, però mi dispiacerebbe perché non me li merito. Ho sempre ammirato la curva del Padova e tutto il popolo biancoscudato, anche ai tempi del mio amico Cestaro. E ho parlato sempre bene del Padova».

Commenti

commenti

About Gabriele Fusar Poli


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com