“Ma quando torno a Padova”, venerdì 29 aprile al Piccolo Teatro il grande ritorno di Umberto Marcato

Condividi

Il grande ritorno di Umberto Marcato con la sua “Ma quando torno a Padova”, canzone/inno andata oltre le generazioni e adottata ache dai tifosi del Padova, sarà uno degli ingredienti succulenti dello spettacolo che venerdì 29 aprile , alle ore 21, il Piccolo Teatro di via Asolo (zona Paltana) ospiterà per ricordare Orfeo Valandro cantante padovano scomparso nel 2005.
“C’ERA UN RAGAZZO…SHOW 2016” è lo spettacolo prodotto e realizzato dall’Associazione “Tempi e Ritmi”, di cui Valandro era stato fondatore e segretario, con la conduzione di Massimo Salasnich e la regia di Mauro Moschin.
In scena con la formula della «grande rimpatriata» di tanti amici di una volta, che tanto successo ha avuto anche l’anno scorso, coloro che hanno affrontato tante «avventure» musicali con Valandro tra fine anni’60 e i primi anni duemila.
Ospiti speciali due «veneti d.o.c.» che, partendo dalle nostre latitudini, hanno portato nel mondo l’uno le canzoni italiane, e l’altro il rock-progressive made in Italy: UMBERTO MARCATO e TONY PAGLIUCA con il suo trio.
Il primo, padovano, conosciuto in città più per le sue canzoni «venete» (“Ma quando torno a Padova” è un cult) oltre che per aver organizzato nei primi anni ‘70 «La Scaletta», quel concorso canoro per bambini trasmesso per alcuni anni dalla RAI – Tv dei Ragazzi, e realizzato proprio al «Piccolo Teatro», è considerato all’estero (Svezia, Finlandia, Norvegia) «il» cantante italiano per antonomasia, prova ne sia che «Volare» e «Piove Piove», ad esempio, sono state portate al successo in Scandinavia proprio da lui, che ancor oggi si esibisce con successo tra Stoccolma ed Helsinki.
Il secondo, nato a Pescara ma «mestrino» da quando aveva pochi anni, è stato l’organista «idolo» degli appassionati di rock-prog, che ne «Le Orme» avevano trovato negli anni ‘70 la vera e credibile risposta italiana all’ondata di Rock Progressive che arrivava da oltre-Manica.
Pagliuca è rimasto tanti anni con «Le Orme», prima di intraprendere carriera solistica e spaziare anche in nuovi generi. Quest’anno è uscito in tutto il mondo il disco «Wake Up», con brani su testi di Papa Francesco, le cui musiche sono state scritte, tra gli altri, proprio da Tony Pagliuca e suonate anche dai suoi figli, Emanuele (batteria) e Alberto (chitarra e basso) i quali completano quello che è oggi il «Trio Pagliuca», che riproporrà al Piccolo Teatro alcuni brani “storici” de Le Orme.
Sul palco quattro band:
Le SENSAZIONI con Mauro Moschin, Massimo Salasnich, Alessandro Bottaro, Valerio Poncini e la partecipazione di: Lara Belluco, Nicoletta Lorenzi, Betty Jo, Max Marchioli, Piero Coppertin, Monikartoons.
“C” FAMILY QUARTET con Edoardo Castellan, Desirèe Castellan, Edouard Castellan, Elinoor Castellan.
THE MODS con Francis LoMosk, Marcello Martinucci, Matteo Chiesa, Federico Toson
Inoltre momenti di magia ed illusionismo con Magic Samuel.
Il «Memorial Orfeo Valandro» è ormai anche la «consacrazione» delle “nuove leve”, in una sorta di «staffetta» tra generazioni, sul palcoscenico, ma anche dietro le quinte: infatti i «nipoti» di ieri sono oggi a suonare e curare la parte tecnica assieme ai “papà” e agli “zii”, che una volta erano i soli “protagonisti” e “realizzatori” dei vari eventi.

Ingresso gratuito, con richiesta agli spettatori di un’offerta responsabile: l’utile dell’evento sarà infatti destinato alla ONLUS “Fondo Veneti Schiacciati dalla Crisi” che da anni lodevolmente sostiene con varie iniziative alcune persone, via via individuate, a cui la crisi economica di questi anni ha tolto tutto o quasi.



Commenti

commenti

About Dimitri Canello

Direttore responsabile del sito web Padovagoal. Nato a Padova l'11 ottobre 1975, si è laureato nel marzo del 2002 in Lingue Orientali con la specializzazione in cinese. Giornalista professionista dal settembre 2007, vanta nel suo curriculum numerose esperienze televisive (Telemontecarlo, Stream Tv, Gioco Calcio, Sky, La 7, Skysport24, Dahlia Tv, Telenuovo, Reteazzurra, Reteveneta, Telecittà), sulla carta stampata (collaborazioni con Corriere dello Sport, Tuttosport, Corriere della Sera, Repubblica, Il Giornale, World Soccer Digest, Bbc Sport online, Il Mattino di Napoli, Corriere del Veneto) e sui media radiofonici (RTL 102.500, Radio Italia Uno)

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com