Campodarsego-Clodiense, domani alle 15 riapre il Gabbiano per la Coppa Italia: tutti i dettagli


Dopo una lunga estate di preparazione, duri allenamenti, corsa sul campo e test amichevoli, arriva finalmente il momento del debutto. Domani, alle ore 15.00, si riaprono le porte dello stadio “Gabbiano”, dove Campodarsego e Clodiense saranno di scena per la disputa dei trentaduesimi di finale della Coppa Italia Serie D, di cui i biancorossi sono detentori del titolo in carica, dopo la finale vinta a Firenze lo scorso maggio sul San Donato Tavarnelle. Un motivo in più, per dire la sua, per la squadra di mister Paganin, che ad una settimana dal via del campionato, che il 16 settembre vedrà Leonarduzzi e compagni debuttare sul terreno della Virtus Bolzano, potranno saggiare la loro preparazione contro un’avversaria di pari categoria. Campodarsego-Clodiense si gioca in sola andata, e in caso di parità al termine dei tempi regolamentari si procederà direttamente ai calci di rigore: chi la spunterà, ai sedicesimi di finale affronterà la vincente di Trento-Ambrosiana.

Queste le dichiarazioni del tecnico, Antonio Paganin, alla vigilia del primo debutto ufficiale.
Sull’inizio della stagione: “Finalmente si comincia, è stata davvero lunghissima questa preparazione: cinquanta giorni, quasi due mesi di precampionato non mi erano mai capitati. Il periodo è stato molto snervante dal punto di vista mentale, avremo un piccolo svantaggio domani e questo sarà il fatto che i nostri avversari abbiano già due gare ufficiali nelle gambe: domenica scorsa ho visionato due squadre che avevano già giocato due turni di coppa, e si percepisce che hanno un ritmo diverso, che noi dovremo acquisire con il passare delle partite”.
Sulla preparazione: “La necessità era quella di programmarla e ridisegnarla di volta in volta, visto lo slittamento del campionato, e questo non nascondo che ci abbia creato qualche difficoltà. Però abbiamo lavorato comunque bene, e con metodo: finalmente si parte, sarà una stagione molto lunga e compressa in tanti turni infrasettimanali, a spuntarla sarà chi riuscirà ad avere la migliore costanza di rendimento”.
Sull’avversario: “La Clodiense, avendo eliminato Delta ed Adriese, è una squadra che ha già un’anima ben precisa. Quello che però mi aspetto dalla mia squadra, è un approccio che dimostri che questo gruppo vuol provare a fare una stagione di vertice. Giusto confrontarsi con una squadra già rodata, per noi sarà un test molto importante anche se non potremo essere di certo al cento per cento della condizione. Ci arriveremo per gradi, gara dopo gara”.
Sulla squadra: “In linea di massima avrò l’intera rosa a disposizione, l’unico assente sarà Tiago Barros, che è reduce da un affaticamento muscolare e per precauzione non sarà tra i convocati. Questa sarà l’unica defezione, per il resto i ragazzi stanno bene e arrivano da un buonissimo lavoro di preparazione. In settimana abbiamo fatto un test in famiglia contro la Juniores e li ho visti bene. Chiederò loro una gara di grande spessore tecnico, penso che questo sia un gruppo costruito appositamente con caratteristiche precise. Sarà però importante anche non abbassare la guardia, perché la Clodiense ha grande forza fisica e sta bene”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

commenti

About Staff Padova Goal

Controlla anche

Serie D, il Campodarsego comincia alla grande: espugnata Bolzano, segnano Franciosi e Florian

BOLZANO – Debutto positivo per il Campodarsego in campionato. La serie D 2018/2019 comincia col …

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com