Padova, Biasci si presenta: “Meglio questa piazza che altre di Serie B: lavoriamo per un grande obiettivo”

Condividi

Queste le dichiarazioni di Tommaso Biasci nel giorno della sua presentazione ufficiale a Padova: “Sono contento di aver accettato l’offerta del Padova, conoscevo già Saber e Jelenic (al Carpi); poi conoscevo Santini da Lucca, Gasbarro e Valentini. Quando è nata la trattativa? Sapevo dell’interessamento di tutte e due le squadre, il mio agente mi ha chiamato solo dopo l’accordo con il Padova, i dettagli non li conosco. Richieste dalla B? Quando ti chiama una piazza come il Padova non c’è da aspettare, non ho esitato un attimo, giocare qui credo sia meglio che in tante Serie B. il ruolo? A Carpi ho giocato un po’ dappertutto, Baldini a Carrara mi metteva sia esterno, che seconda o prima punta, ho imparato a fare tutto, darò una mano dove ci sarà bisogno. L’anno scorso ho giocato nelle due punte e mi sono trovato bene, ma anche a Carrara è andata molto bene, ecco magari mi piace di più partire da sinistra. Il mister? Ho fatto il primo allenamento individuale ieri, ancora non abbiamo parlato molto. Il gol dell’anno scorso contro il Padova? Ne ho fatti diversi da quella posizione, ma forse è stato il più bello vedendo la traiettoria. I problemi di Covid al Carpi? Si sono salvati solo tre giocatori, io non avevo sintomi e mi sono negativizzato subito, sto bene, mi sto allenando a parte per riprendere la condizione (non ci stavamo allenando a Carpi). Questa partita penso sia stata impossibile da fare, erano 20 giorni che non ci allenavamo, il 17 dicembre ci son stati i primi casi. Simile a Ciccio Caputo? E’ un signor giocatore, continua a segnare in Serie A, è un onore essere paragonato a lui, ma io sono io, a me piace giocare ovunque, mi adatto molto bene in qualsiasi ruolo. Da piccolo mi ispiravo a Ronaldo “Il Fenomeno”, non credo che però si possano fare paragoni tra lui e qualsiasi altro giocatore. I tanti toscani in rosa? Ne conoscevo qualcuno, ora conoscerò gli altri, io mi trovo bene con tutti, sono alla mano. Il numero di maglia? Credo che prenderò il 17, mi è sempre piaciuto l’11, esteticamente ci somiglia, è libero, sono i gol che ho fatto l’anno scorso, non sono superstizioso. Che ragazzo sono? Sto cercando di finire una laurea in Scienze Motorie a Pisa, mi mancano tre esami, per il resto mi piace la musica. In estate sono stato accostato al Vicenza, ma evidentemente non sono mai stato così vicino al trasferimento se poi sono rimasto a Carpi”

Commenti

commenti

About Dimitri Canello

Direttore responsabile del sito web Padovagoal. Nato a Padova l'11 ottobre 1975, si è laureato nel marzo del 2002 in Lingue Orientali con la specializzazione in cinese. Giornalista professionista dal settembre 2007, vanta nel suo curriculum numerose esperienze televisive (Telemontecarlo, Stream Tv, Gioco Calcio, Sky, La 7, Skysport24, Dahlia Tv, Telenuovo, Reteazzurra, Reteveneta, Telecittà), sulla carta stampata (collaborazioni con Corriere dello Sport, Tuttosport, Corriere della Sera, Repubblica, Il Giornale, World Soccer Digest, Bbc Sport online, Il Mattino di Napoli, Corriere del Veneto) e sui media radiofonici (RTL 102.500, Radio Italia Uno)

Controlla anche

MERCATO PADOVA, TUTTO CONFERMATO: NAHUEL VALENTINI IN PRESTITO AL VICENZA

Tutto confermato, come avevamo svelato in anteprima alla vigilia di Vicenza-Chievo è Nahuel Valentini il …


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com