Padova, venerdì l’inaugurazione del club Bassa Scudata: “Speriamo di creare un punto di aggregazione importante per la tifoseria”


Nonostante la retrocessione arrivata lo scorso maggio non si placa la passione biancoscudata, un amore autentico che va aldilà della categoria, dei giocatori o della proprietà. Questo dictact, ormai tipico di una tifoseria sempre fiera ed orgogliosa dei propri colori, ha spinto dei ragazzi della bassa padovana a dare (o almeno a provare) un ulteriore apporto al Calcio Padova per radicare la passione nei confronti della squadra cittadina anche in una parte marginale della provincia: “Come gruppo di amici quella appena iniziata sarà per noi l’undicesima stagione al seguito di Padova, ci stavamo pensando dall’estate 2018 se fosse il caso di dare un taglio formale alla cosa per accogliere altri tifosi ”. Queste le prime parole di Federico Rocchetto, presidente del club Bassa Scudata, il quale illustra a grandi linee il progetto: “Ci piacerebbe creare un punto aggregazione che coinvolga i paesi nei quali abitiamo (Solesino, Stanghella e Anguillara Veneta) e i dintorni, una zona dove riteniamo sia necessario promuovere maggiormente l’orgoglio di tifare Padova, non dimentichiamo infatti che stiamo parlando della squadra che rappresenta il nostro territorio. Un club di tifosi – prosegue Rocchetto – credo debba essere inteso principalmente in questo senso, speriamo di dare una mano alla società  per accogliere nuovi supporter. Come ogni anno proveremo poi ad essere il più costanti possibile in termini di presenze allo stadio, nello scorso campionato siamo riusciti ad organizzare le trasferte di Crotone, Lecce, Pescara, oltre ad altri viaggi di kilometraggio inferiore quali La Spezia o Ascoli.  Per me e per il vicepresidente Dimitri Milani comunque si tratta sempre di un sacrificio venire allo stadio, durante la settimana lavoriamo e viviamo a Milano dove condividiamo la nostra passione con un ragazzo originario addirittura da Guarda Veneta (paese rivierasco del Po’ a due passi da Ferrara) che preferisce il biancoscudo alla Serie A, mentre nel weekend magari sacrifichiamo qualche affetto per dedicarci a quello che per noi ha un significato enorme. Per il Padova questo ed altro”.

Conclusione inevitabile sul gruppo e sulle iscrizioni: “In pianta stabile siamo una decina in totale, numero aumentato nel corso del tempo, la maggioranza di noi frequenta la Tribuna Fattori ma c’è anche chi preferisce la Tribuna Est. Come affermato precedentemente ci piacerebbero coinvolgere anche nuovi tifosi, diverse volte abbiamo sentito le parole “se avessi qualcuno con cui andare non mi perderei una partita”, bene ora ci mettiamo a disposizione senza nessuna preclusione se non quella di amare il Padova. In questo girone di andata organizzeremo la trasferta di Salò sabato 16 novembre e ci stiamo attrezzando affinché ogni partita sia trasmessa dalla nostra sede per coloro che proprio non possono andare allo stadio. Non mi resta dunque che invitare tifosi e appassionati all’inaugurazione del club Bassa Scudata presso il Just Cafè di Granze per questo venerdì dalle ore 20.00″.

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

commenti

About Staff Padova Goal

Controlla anche

Padova, Viscidi: “Il vivaio Biancoscudato è da serie A! E per me è stato come tornare a casa…”

«Per me è stato come tornare a casa». Perché il primo amore non si scorda …


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com