Editoriale

Il modo per giocarsela

Se i campionati si potessero studiare a tavolino e le griglie di partenza potessero automaticamente prevedere il futuro, non servirebbe neppure scendere in campo. Nell’ultimo editoriale parlavo di un Padova da quarto posto, dopo Buglio e Pesenti posso dire tranquillamente che almeno un gradino è stato scalato, avvicinando moltissimo la squadra a Triestina e Vicenza. Il Carpi ha qualcosa in …

Continua a leggere

Come si vince un campionato

Come si vince un campionato? Scegliendo un allenatore di categoria che offra garanzie, interagendo con l’ambiente e capendone le sfaccettature, evitando di cercare il consenso “esterno” e concentrandosi su quello “interno” e cioè di chi ti circonda quotidianamente, costruendo una squadra all’altezza, mettendo a disposizione del tecnico i giocatori che gli servono, mettendo sul piatto un budget adeguato. Ci sono …

Continua a leggere

A proposito di ripescaggi: qualche domanda alla Figc sul Trapani (e su Fabio Petroni…)

A proposito di ripescaggi. Cosa mai dovrebbe accadere se si partecipa a una competizione dove un partecipante non rispetta le regole e una sconfitta matura anche a causa di tutto questo? L’unica conseguenza logica è che l’avversario venga squalificato, estromesso, fate un po’ voi. Tanto per essere chiari: l’ultimo campionato del Padova in Serie B è stato davvero disastroso, una …

Continua a leggere

Il senso e il messaggio di una scommessa

Dal 3 giugno, giorno dell’annuncio ufficiale dell’investitura di Sean Sogliano come nuovo direttore sportivo del Padova al 19 giugno, giorno in cui è stato annunciato Salvatore Sullo, nuovo allenatore biancoscudato, sono passati 16 giorni. Già questo, a parere chi chi scrive, può far capire molte cose, se proprio non si vuole fermarsi alle apparenze o alle dichiarazioni ufficiali. L’investitura di …

Continua a leggere

Inizio col botto

Per far capire ai nostri lettori la portata dell’operazione Sogliano a Padova basterà ricordare un particolare, più di ogni altro. Cinque anni fa, sotto la presidenza di Barbara Berlusconi, Sean Sogliano stava per diventare il nuovo direttore sportivo del Milan. Lo ripeto, perché sia ben chiaro a tutti: del Milan. Un giorno, se lo vorrà, il diretto interessato racconterà cosa …

Continua a leggere

Senza titolo

A questo editoriale non riuscivo a trovare un titolo. Ci ho pensato a lungo, poi ripensato e pensato ancora. E ho concluso che è difficile sintetizzare, perché fare un bilancio di due anni di presidenza Bonetto inevitabilmente non può non tenere conto della retrocessione appena andata in scena. Che rovina in parte quanto fatto in precedenza, sporca e tinge di …

Continua a leggere

Fine dell’agonia

Credo di condividere, in queste poche parole che mi sento di scrivere questa sera, un sentimento comune alla stragrande maggioranza dei nostri lettori. Oggi, al 94′ di Benevento-Padova, erano più o meno le 17 del 5 maggio (una data che evoca una morte storica, quella di Napoleone Bonaparte) è morto il Padova 2018-2019. Una squadra che di sicuro in pochi …

Continua a leggere

Capolinea (e ripartenza)

Capolinea, discesa e  (si spera) ripartenza. Un anno dopo la splendida promozione che aveva restituito entusiasmo e passione a una città che ne aveva davvero bisogno, il Padova è pronto a tornare in Serie C, sprecando una grande opportunità per dare una svolta alla sua storia. La realtà racconta di una città che, dal 1962 ad oggi ha disputato appena …

Continua a leggere

Sull’orlo del precipizio

Quando in una stagione si alternano quattro allenatori (Bisoli 1, Foscarini, Bisoli 2, Centurioni) già in partenza significa che c’è qualcosa che non va. Ed è difficile trovare le parole per spiegare quello che sta succedendo a Padova. Perché di fatto passano le settimane e, anziché dipanarsi, la matassa si aggroviglia sempre di più. In tutta onestà, era prevedibile che …

Continua a leggere

Ultima chiamata

Ho pensato a lungo prima di scrivere questo editoriale. Poi, oggi pomeriggio, mentre parlavo al telefono con un collega, è come se mi si fosse accesa la lampadina giusta. E ho deciso di mettermi al computer e di buttare giù le righe che state per leggere. Mancano dieci partite alla fine della stagione regolare e la situazione di classifica del …

Continua a leggere

Hard reset

Hard reset. Era l’unica soluzione possibile, quella di premere quel tastino o quella combinazione di tasti che tutti noi temiamo sempre di toccare quando un’apparecchiatura elettronica non ne vuole sapere di funzionare. Il Padova non aveva alternative. Ultimo in classifica dopo un girone d’andata disastroso, ha stravolto tutta la squadra, ribaltando quanto fatto in estate. Mossa azzardata, ma unica possibile …

Continua a leggere

365 giorni, 2 facce, prima il sole e poi il buio: e adesso…

365 giorni fa il Padova si godeva il primo posto in classifica in Serie C e chiudeva il 2017 in testa al girone B. Tutto bello, anzi bellissimo. Il 2018 che va in archivio, invece, ha due facce completamente diverse. Sole ed estate piena fino a giugno, buio pesto da luglio in poi. In un precedente editoriale ho spiegato perché …

Continua a leggere

Vicolo cieco

Premessa fondamentale. Non ho mai pensato neppure per un istante che Pierpaolo Bisoli fosse l’unico responsabile della situazione di classifica a dir poco precaria in cui ha lasciato il Padova prima del suo esonero. Tanto per essere chiari: quartultimo posto, con una partita in più disputata rispetto alle dirette concorrenti e una sola vittoria conquistata nelle prime undici giornate. L’esonero …

Continua a leggere

Qualche domanda per chi non si ferma alle apparenze

Non  scrivo mai subito dopo la partita. Perché penso sempre che sia opportuno riflettere e magari contare fino a dieci qualche volta. Stasera però non ci riesco proprio. Più ancora della sconfitta col Carpi, brutta, che fa male, che arriva al termine di una prestazione negativa, fatta di tanti punti interrogativi, che ha evidenziato ancora una volta le lacune dell’organico, …

Continua a leggere

Una rottura che parte da lontano

Partiamo subito da una considerazione. Pierpaolo Bisoli lascia il Padova dopo aver vinto un campionato di C al primo tentativo e aver portato a casa pure una Supercoppa. Quello della passata stagione è stato il quarto campionato vinto dopo i tre di Cesena, il segno che evidentemente qualche qualità Bisoli deve per forza di cose avercela per aver ottenuto questi …

Continua a leggere

Timone dritto

Giusto non allarmarsi, ma neppure cercare di minimizzare a tutti i costi. Due punti nelle ultime sei partite, almeno dal punto di vista numerico, certificano una crisi di risultati per il Padova che è arrivata molto presto. Forse troppo. Ed è paradossale che tutto ciò si materializzi proprio nel giorno in cui la squadra a Crotone gioca decisamente meglio rispetto …

Continua a leggere

In salita

Primo pit stop della stagione. Cinque partite, cinque punti, appena sopra la zona galleggiamento. Niente che già non si sapesse, niente che davvero non si potesse immaginare. Il Padova lotta, sgomita, corre, incassa, replica, soffre, . E torna da Foggia con la seconda sconfitta consecutiva in trasferta dopo lo 0-3 di Salerno. Quanto bisogna preoccuparsi? Dipende da quale prospettiva si …

Continua a leggere

In trincea

Per dare l’idea di cosa aspetti il Padova nel prossimo campionato, bisogna immaginarsi una trincea, con i soldati che vanno in battaglia con elmetto e baionetta. Un’immagine di un’aspra contesa che fotografa nel modo più realistico possibile quanto andrà in scena nel prossimo campionato di Serie B. Più che mai in caso di conferma dell’organico a 19 squadre e delle …

Continua a leggere

Gioco d’incastri

Calcio d’estate. Calcio di sogni, di speranze, di festa e, talvolta, pure di illusioni. Palloni che si gonfiano e che, purtroppo, altrove pure si sgonfiano. Ma c’è anche la parola magica che bisogna perseguire con la massima determinazione: e cioè “realismo”. Il Padova corre e suda a Masen di Giovo, due mesi dopo l’impresa che ha permesso di catturare al …

Continua a leggere

Vista panoramica: salvezza e basta dopo un anno fantastico, poi si vedrà….

Il tempo aiuta a schiarirsi le idee e a mettere a fuoco tanti dettagli che, in corso d’opera, potevano sembrare poco chiari. Il Padova chiude una stagione fantastica sollevando al cielo pure la Supercoppa dopo aver vinto il campionato. Tanto per essere chiari: un trofeo in bacheca era quello che ci voleva, visto che la bacheca di viale Rocco tutto …

Continua a leggere

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com